Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Rotatoria al Cargopier,
il sindaco taglia il nastro
e ricorda Aurora Caruso

OSIMO - Questa mattina l'inaugurazione della nuova rotonda tra la Statale 16 e via Sbrozzola che sostituisce il pericoloso incrocio dove perse la vita in un tragico incidente d'auto la 22enne di Ancona. Simone Pugnaloni ha poi ringraziato Luca Ceriscioli, ex governatore delle Marche, «che nel 2019 decise di dare al nostro Comune i fondi per realizzare questa opera indispensabile per migliorare anche il collegamento tra la città e il futuro ospedale Inrca all’Aspio»

Il taglio del nastro per la nuova rotatoria davanti al Cargopier di Osimo

 

«Alla fine del primo mandato amministrativo, nel 2019, inaugurammo la rotatoria tra la statale e via Flaminia I, oggi la nuova rotonda al CargoPier che regola il traffico in un angolo pericoloso. Così abbiamo messo in sicurezza la viabilità a Osimo Stazione. Ho dedicato questo momento al ricordo di Aurora, la giovane che perse la vita nell’ottobre 2022 proprio immettendosi dalla Sbrozzola alla statale». Simone Pugnaloni stamattina ha tagliato il nastro della nuova rotonda tra la Statale 16 e via Sbrozzola. Un intervento che ha cancellato un incrocio pericoloso, teatro di numerosi incidenti stradali, anche mortali come quello dove  nel 2022 rimase vittima la 22enne anconetana Aurora Caruso.

Durante la cerimonia di inaugurazione, alla quale è seguita la benedizione dell’opera impartita da don Dino Cecconi, stamattina il sindaco di Osimo, attorniato da diversi assessori (c’era anche Michela Glorio, la candidata sindaca del centrosinistra che raccoglierà il suo testimone) é tornato a scusarsi per i ritardi nella consegna dell’opera, «specialmente con i commercianti della zona, che non hanno compreso inizialmente gli imprevisti emersi durante il cantiere, e lo sforzo, anche economico, che ha fatto il Comune per modificare il progetto, integrare la spesa ed evitare incompiute, come quella che lasciarono le Liste civiche in via Linguetta. – ha detto Pugnaloni – Un grazie a Luca Ceriscioli, l’ex governatore delle Marche che nel 2019 decise di dare al comune di Osimo i fondi per realizzare questa opera indispensabile per migliorare anche il collegamento tra la città e il futuro ospedale dell’Aspio. L’attenzione per migliorare la viabilità proseguirà nelle prossime settimane. Ci sono in ballo diversi asfalti il cui appalto è stato da poco concluso».

 



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X