facebook rss

Abbandono selvaggio dei rifiuti:
un frigorifero in strada
nel cuore della città

OSIMO - La foto dell'elettrodomestico ingombrante lasciato stanotte vicino all'ingresso della biblioteca comunale, in via Campana, ha fatto il giro del web. L'autore rischia fino a 500 euro di multa
Print Friendly, PDF & Email

Il frigorifero abbandonato in via Campana e fotografato dal residente del centro storico Carlo Nardi

Un frigorifero di grosse dimensioni abbandonato stanotte vicino ai cassonetti di via Campana a Osimo, in pieno centro storico, proprio nelle adiacenze dell’ingresso della biblioteca comunale. La foto dello “scempio” è stata pubblicata stamattina da un abitante del salotto cittadino, Carlo Nardi che fa parte anche del Comitato residenti del centro storico.

LA FOTO DELLO ‘SCEMPIO’ POSTATA SU FACEBOOK – “Pubblico questa foto con tanta amarezza e disillusione su quella che è la situazione della mia amatissima città – ha scritto su fb – E’ solo uno degli esempi dello scempio comportamentale che alcuni ‘signori’ stanno perpetrando su tutto il territorio, non solo in centro. La foto non vuole essere un atto di accusa all’Amministrazione, né ai vertici dell’Astea che anzi in questo caso ritengo vittime del comportamento di qualche “artista della ‘mmonnezza” che andrebbe punito pesantemente. Caricare un frigorifero e lasciarlo abbandonato in questa maniera, che si tratti di via Campana o della periferia, o di qualche frazione, significa fregarsene del prossimo e questo non si fa, proprio no! Il danno arrecato all’immagine della Città l’ho riscontrato in diretta, sul campo: stavo portando due amici romani in giro per il centro, mostrando le bellezze della Città. Bene, potete immaginare i commenti”.

Il comando della Polizia locale di Osimo, in via Molino Mensa

SEGNALAZIONI E MULTE – Le segnalazioni sull’abbandono selvaggio dei rifiuti piovono di frequente al comando della polizia locale di Osimo. Multare i contravventori, però, diventa un’impresa perché bisogna cogliere i ‘furbetti’ dei rifiuti  in flagranza di reato oppure va scoperta la loro identità attraverso i filmati della telecamere pubbliche. Nel caso di via Campana, ad esempio, la strada parallela di Corso Mazzini non è coperta da video sorveglianza. I report fotografici postati quasi quotidianamente sui social media danno il senso dell’inciviltà oltre che dell’incuria in vari angoli della città. Come le molteplici immagini di rifiuti lasciati nell’oasi verde della Confluenza, ai margini della pista ciclabile di Campocavallo di Osimo o addirittura nelle acque del fiume Musone.

Il Testo Unico in materia ambientale prevede multe salatissime fino a 1.000 euro per chi è sorpreso ad abbandonare rifiuti ingombranti in maniera incontrollata sul suolo pubblico o nei corsi d’acqua oltre a una denuncia penale se si tratta di materiale pericoloso come l’amianto. Secondo il regolamento comunale sul decoro urbano di Osimo (che rimanda al codice della strada), invece rischia una sanzione da  25 a 500 euro  chi abbandona per strada e non smaltisce i rifiuti secondo le regole della raccolta differenziata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X