facebook rss

Dino Latini, i soldi per i migranti
e quelli per gli osimani:
fa discutere il video sui social

OSIMO - Botta e risposta online tra l'ex sindaco delle Liste civiche che suggerisce all'amministrazione di centrosinistra di stanziare 90mila euro anche per gli osimani in difficoltà e il Pd che ricorda come quei finanziamenti arrivano dal Ministero. In mezzo dice la sua la consigliera Mariani
sabato 27 maggio 2017 - Ore 20:44
Print Friendly, PDF & Email

Dino Latini sul video pubblicato sui social network

Fa discutere un video postato su Twitter da Dino Latini. L’ex sindaco di Osimo parla dei 90mila euro destinati ai 40 rifugiati che in città gestisce il Gus. “Nessuno di noi è razzista, tanto meno noi, e tutti vogliamo aiutare chi soffre- esordisce il consigliere comunale delle liste civiche- ma mi domando se l’amministrazione comunale avesse utilizzato solo 50mila euro per aiutare a pagare le bollette alle famiglie in difficoltà, sarebbe stati davvero utili. Allora se 90mila euro sono pagati ad un’associazione che aiuta persone a salvarsi dalla fame, è altrettanto giusto che l’amministrazione comunale deve dare altri 90mila euro agli osimani. Deve trovare questi soldi attraverso le mille sponsorizzazioni di Astea, gettate in una marea di iniziative secondarie rispetto ai pagamenti di canoni di locazione, luce e gas, al bisogno di mandare avanti i figli, di avere una vita decente che molte osimani affrontano”.

Dino Latini sostiene di essere “per questa parità e quando anche coloro che la pensano come noi saranno di nuovo a servire Osimo – annuncia- nsieme realizzeremo di cose. Se è vero che i rifugiati devono avere un futuro, è altrettanto vero che devono averlo anche gli osimani”. Il messaggio video ha sollevato le polemiche della maggioranza.

Maria Grazia Mariani

Nei giorni scorsi anche la capogruppo del gruppo misto, Maria Grazia Mariani aveva sollevato più di una perplessità, senza però soffiare su focolai razzisti, sulla “spesa finanziata dal Ministero dell’Interno per il 95% e dai Comuni che li ospiteranno per il 5%. Nella provincia di Ancona aderiscono 20 Comuni (leggi l’articolo) e in ogni Comune arriveranno 3 migranti ogni 1000 abitanti, ad Osimo sono gia’ arrivati 16 rifugiati per un costo di 208.000 euro l’anno a carico degli italiani (10.000 a carico degli osimani). Pero’ soldi per aiutare gli anziani i portatori di handicap le famigli e le aziende in difficolta’ non se ne trovano”. Il Pd Osimo è intervenuto per smorzare il vespaio di polemiche bollano come “bufale” le prese di posizione dei due consiglieri comunali.

I consiglieri democrat nella Sala Gialla

“Come spesso accade dobbiamo smentire, ancora una volta, le bugie che Latini e Mariani dicono per conquistare un po’ di consenso elettorale. Il Comune non mette un euro per gli immigrati. – hanno ribattuto i democrat osimani – Riceve i soldi dal Ministero che a sua volta gli arrivano dalla comunità europea, per darli alla cooperativa che gestisce gli immigrati. E’ la prefettura che ha l’obbligo di controllare la cooperativa se gestisce bene i soldi. Niente e’ levato ai cittadini osimani. Inoltre è importante aggiungere che ai richiedenti asilo non vanno soldi in tasca ma servono per pagare gli affitti nelle case degli osimani, gli stipendi delle persone che li gestiscono (osimane), i negozi osimani in cui la cooperativa fa la spesa. In pratica gli osimani ci guadagnano oltre che non perderci ma a Latini e Mariani piace fare populismo spicciolo basato sulle bugie e sul razzismo”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X