facebook rss

Unioni civili a
Portonovo e Marina Dorica,
con 600 euro si può

ANCONA – I fiori d’arancio per le coppie dello stesso sesso arrivano anche al porticciolo turistico, all’hotel La Fonte e alla Loggia dei Mercanti, oltre alle “location” comunali. Stesso tariffario dei matrimoni di rito civile
mercoledì 28 giugno 2017 - Ore 20:03
Print Friendly, PDF & Email

L’unone civile di Christian Ferretti e Silvio Giorgetti celebrate domenica scorsa a Palazzo degli Anziani

Unioni civili a Portonovo e Marina Dorica, ora si può. Il Comune ha ampliato le “location” dove si possono celebrare le unioni tra persone dello stesso sesso. L’hotel La Fonte, il porticciolo turistico, la Loggia dei Mercanti si aggiungono dunque a Palazzo degli Anziani, Mole, e Palazzo del Popolo di piazza XXIV Maggio, dove già erano consentiti i fiori d’arancio per le coppie omosessuali. Con la modifica alle regole dell’ufficio anagrafe e stato civile, le stesse ambientazioni concesse ai matrimoni di rito civile vengono messe a disposizione anche delle unioni civili grazie alla modifica . E con le stesse possibilità, c’è da pagare anche lo stesso tariffario dei matrimoni con rito civile: alla Loggia dei Mercanti, di proprietà della Camera di Commercio, 550 euro per il salone oppure 180 euro per la sola sala Tibaldi. A Marina Dorica, il fatidico “sì” può essere pronunciato pagando una tariffa di 610 euro, se almeno uno dei due sposi è residente ad Ancona, che aumenta a 854 euro se nessuno dei due è residente. Le tariffe lievitano per la domenica mattina e pomeriggio. Se uno dei due sposi è residente. l’unione costa 732 euro, se nessuno dei due è residente si sfiorano i mille euro per la “cornice” esclusiva: 976 euro Iva inclusa per chi scheglie Ancona per  scambiarsi le promesse.

Unioni civili: solo gli uomini dicono sì

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X