facebook rss

Punta da pesce ragno
rischia lo shock anafilattico

ANCONA - E' successo nel primo pomeriggio di oggi sulla spiaggia di Collemarino. La 47enne di Ancona è stata soccorsa da un volontario della Misericordia di Torrette, per caso in spiaggia con la famiglia
domenica 9 Luglio 2017 - Ore 17:07
Print Friendly, PDF & Email

La spiaggia di Collemarino dove la 47enne anconetana è stata morsa dal pesce ragno

Soccorsa da un volontario della Misericordia, che si trovava per caso in spiaggia, una 47enne di Ancona punta da un pesce ragno mentre nuotava nello specchio di mare davanti alla spiaggia libera di Collemarino. Se l’è vista brutta G.R. nel primo pomeriggio di oggi. Dopo essersi tuffata in mare, verso le 14.30, ha visto un piede gonfiarsi all’improvviso, tanto da non poterlo più appoggiare per camminare senza sentire un forte dolore.

“La signora cominciava ad avvertire dolore anche sulla gamba. Io ero andato in spiaggia con la mia famiglia dopo aver smontato di turno stamattina proprio sull’ambulanza per il trasporto urgente di sangue. Ho sentito che si lamentava e ho capito subito quello che era successo – racconta Calogero Corradini milite della Misericordia di Torrette – Doveva al più presto immergere il piede in acqua calda se non voleva ricorrere alle cure del pronto soccorso. Allora l’ho accompagnata prendendola sottobraccio fino al bar, che si trova oltre il sottopasso del Ponte Manarini. Qui ci hanno fornito acqua calda e dopo l’abluzione l’emergenza è rientrata”.  Scongiurata ogni reazione allergica dopo il contato con gli aculei velenosi della tracina, la signora è potuta rientrare poco dopo in spiaggia, dove è rimasta seduta sotto l’ombrellone.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X