facebook rss

Schianto in moto a Osimo Stazione:
giovane centauro in eliambulanza

SOCCORSI - L'incidente è avvenuto poco dopo mezzogiorno e ha coinvolto due motociclisti minorenni di Castelfidardo che percorrevano via Pastore. Per un guasto tecnico il motorino che precedeva ha rallentato e quello che seguiva non è riuscito a schivarlo. Uno dei due 16enni è ricoverato in prognosi riservata a Torrette per una brutta frattura a un braccio e lacerazioni agli organi interni
lunedì 10 luglio 2017 - Ore 12:27
Print Friendly, PDF & Email

L’incidente a Osimo Stazione, in via Pastore

Grave incidente stradale con due giovane centauri coinvolti in via Pastore ad Osimo Stazione, poco dopo mezzogiorno. Uno dei due minorenni, entrambi di Castelfidardo, dopo i primi soccorsi del 118, è stato prelevato con una brutta frattura ad un braccio dall’eliambulanza poco distante dall’incrocio con via Crispi. Anche l’altro ragazzino è stato accompagnato all’ospedale di Torrette. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia locale di Osimo e dei carabinieri  in supporto nella gestione della viabilità.  La strada è stata chiusa al traffico per permettere un tranquillo svolgimento delle operazioni di soccorso.

Secondo quando ricostruito per ora dagli agenti della Polizia locale, V.N., 16 anni di Castelfidardo stava transitando col suo ciclomotore su via Pastore in direzione Osimo Stazione, seguito da L.M. coetaneo, anche lui di Castelfidardo. Dal racconto di una testimone, la Pm di Osimo avrebbe saputo che V.N. avrebbe rallentato all’improvviso per un probabile guasto tecnico al suo mezzo e L.M. nel tentativo di evitare l’amico avrebbe perso il controllo del proprio ciclomotore che ribaltandosi prima lo ha disarcionato e poi lo fatto cadere sull’asfalto. L’urto gli ha causato una frattura scomposta al braccio e lacerazioni agli organi interni, ed pertanto è stato trasferito a Torrette in eliambulanza con un codice di massima gravità (codice rosso), dovrà affrontare un intervento chirurgico ed è attualmente ricoverato in Rianimazione, in prognosi riservata. V.N. è stato invece accompagnato nello stesso ospedale regionale ma dall’automedica e per accertamenti.

(servizio aggiornato alle 14)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X