facebook rss

Chiedono la beneficenza,
ma l’onlus non esiste:
tre denunciati per truffa

ANCONA – I giovani di Torino chiedevano le offerte in corso Garibaldi, ma in realtà la loro associazione a favore dei bimbi malati è inesistente. Scoperti dalla polizia e allontanati dalla città
venerdì 14 Luglio 2017 - Ore 16:47
Print Friendly, PDF & Email

Polizia in corso Garibaldi, Foto d’archivio

Chiedono la beneficenza per una fantomatica onlus a favore di bambini malati, la truffa viene scoperta dagli agenti di polizia. Presi e denunciati tre ragazzi di 33, 22 e 20 anni di origine di Torino, che attorno alle 14 di ieri avevano scelto corso Garibaldi per cercare di adescare le persone, facendo leva sulla loro buona fede e cercandoli di impietosire con la storia dell’associazione a favore di bambini malati. Avevano sul petto anche un cartellino distintivo, ma il nome della onlus né la struttura sanitaria che doveva beneficiare della raccolta fondi non è mai stato detto alle persone fermate. Offerta minima 7 euro. Peccato che se i malcapitati non avevano la somma precisa di 7 euro, il resto che veniva reso non era mai giusto o, addirittura, non veniva consegnato affatto. La frode è stata ripetuta, finché un giovane anconetano ha consegnato una banconota da 20 euro, aspettando di avere indietro 13 euro di resto. Tra pacche sulle spalle e ringraziamenti vari, uno dei tre truffato gli ha consegnato solo 5 monetine da 1 euro l’una. Qui sono arrivati gli agenti della squadra volante, che hanno trovato i quattro discutere animatamente al centro di corso Garibaldi. Subito identificati, i tre piemontesi avevano a loro carico vari reati per truffa e contro il patrimonio. La storia dell’associazione benefica era ovviamente una balla. Condotti in questura, tutti e tre sono stati denunciati per truffa aggravata in concorso e sono stati allontanati con foglio di via obbligatorio dalla città.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X