facebook rss

Fabricio è tornato a casa: indagini
chiuse, non ci saranno guai giudiziari

CASTELFIDARDO - Stamattina lo studente 16enne si è scusato e ha riabbracciato i familiari che sono andati a prenderlo alla stazione ferroviara di Ancona, poi si è chiarito con i carabinieri. Caso archiviato perchè non è stato commesso alcun reato
mercoledì 19 luglio 2017 - Ore 11:37
Print Friendly, PDF & Email

Indagini chiuse e animi rasserenati: Fabricio, il 16enne di Castelfidardo scomparso lunedì mattina, è tornata a casa stamattina (leggi l’articolo). Il ragazzo ha chiesto scusa ed ha riabbracciato la madre che è andato a prenderlo alla stazione ferroviaria di Ancona. Poco fa si è chiarito anche con i carabinieri. Il maresciallo Enrico Grossi, comandante della Stazione di Castelfidardo, dopo una bella ramanzina e parole pronunciate più da padre che da militare, gli ha fatto capire che con il suo gesto irrazionale ha tenuto con il fiato sospeso un’intera città. La vicenda è già stata archiviata e non ci saranno strascichi giudiziari perché non è stato commesso alcun reato. E’ stato anche chiarito che lo studente, prossimo a compiere 17 anni, aveva raggiunto ad Alba Adriatica la sua fidanzatina, ospite di parenti, e proprio lei avrebbe insistito perché tornasse a casa a Castelfidardo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X