facebook rss

L’impegno M5S: retrocessione
dei terreni edificabili e ludopatia

OSIMO - I pentastellati hanno presentato un ordine del giorno, il 20 luglio, che chiede all'Amministrazione Pugnaloni la riduzione dell’aliquota Imu del 40%, pari alla diminuzione media dei valori nel mercato immobiliare di Osimo per i molti proprietari di aree edificabile bloccate dal ricorso sul Prg
domenica 23 Luglio 2017 - Ore 14:20
Print Friendly, PDF & Email

I due consiglieri grillini di Osimo, Sara Andreoli e David Monticelli (foto Giusy Marinelli)

Con un ordine del giorno depositato lo scorso 20 luglio, stiamo tornando a bomba su una delle più grandi ingiustizie che si stanno consumando da anni ad Osimo nella continuità amministrativa tra Liste Civiche e Pd: degli oltre 1.000 proprietari coinvolti nelle trasformazioni urbanistiche del Prg 2005 fortemente voluto dalla della giunta Latini, circa un centinaio hanno ottenuto la retrocessione delle proprie aree da edificabili ad agricole attraverso il bando pubblico del 2015 dell’amministrazione Pugnaloni (leggi l’articolo), ma resta comunque un gran numero di concittadini che stanno pagando da ormai 12 anni imposte Ici, Imu e Iuc troppo elevate, con esborsi di migliaia di euro annuali che hanno causato un aggravio finanziario insostenibile per le loro famiglie, fino ad arrivare in alcuni casi a situazioni di vera e propria disperazione”. Il M5S di Osimo, invece di chiedere una riduzione dei valori di tali aree come ha fatto in passato, offre ora su un piatto d’argento all’amministrazione Pugnaloni una soluzione molto più semplice e veloce.

“La riduzione dell’aliquota Imu del 40%, pari alla diminuzione media dei valori nel mercato immobiliare di Osimo.- evidenzia la consigliera comunale pentstellata Sara Andreoli – Basta! Non è più possibile che i valori di riferimento per il calcolo delle tasse debbano ancora essere quelli in vigore prima della crisi. Oggi tutto questo è assolutamente ingiusto oltre che insostenibile per i nostri concittadini! Lo stesso effetto benefico per i proprietari di aree edificabili lo si ottiene con questa semplice ed immediata diminuzione dell’aliquota Imu, lasciando inalterati i valori delle aree ed evitando dunque i lunghi tempi necessari agli uffici tecnici comunali per le nuove valutazioni”.

Un altro fronte su cui i grillini osimani si stiamo battendo è quello del contrasto al gioco d’azzardo patologico (leggi l’articolo). “Nell’autunno 2016 avevamo presentato una mozione per varare un regolamento Comunale sugli apparecchi (video lottery, slot machine, ecc.) e sulle sale giochi che cercasse di porre un freno a questa vera e propria piaga sociale che riduce tante famiglie sul lastrico e le getta nella disperazione più profonda.- prosegue a consigliera- La maggioranza Pd ha formulato una sua proposta di Regolamento, in gran parte mutuata dal regolamento in vigore nel comune di Senigallia, sottoponendolo all’attenzione del M5S di Osimo. Il nostro gruppo, con un lavoro collegiale durato diverse settimane, ha appena terminato i lavori di revisione di questa bozza di Regolamento, intervenendo con più drastiche misure circa gli orari in cui è permesso il gioco, le distanze dai luoghi sensibili (scuole, ospedali, chiese, residenze assistite), premiando attraverso la fiscalità, quegli esercizi commerciali che rinunciano ad installare apparecchi per il gioco d’azzardo, e richiedendo invece una maggior contribuzione fiscale a tutte quelle attività che li installano, o che addirittura basano la propria attività principale sul gioco d’azzardo stesso (sale da gioco e sale slot)”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X