facebook rss

Notti Bianche e Settimana del Mare
per sostituire AdMed

ANCONA - Tre date allo studio per le Notti Bianche di Piano, corso Amendola e centro. Festa del Mare e Regata del Conero si sdoppiano per riempire l'assenza in calendario lasciata dal Festival
lunedì 7 Agosto 2017 - Ore 20:34
Print Friendly, PDF & Email

Il Piano in festa (foto d’archivio)

 

Settimana del mare e Notti Bianche, al lavoro per la programmazione di settembre, dopo il buco in calendario lasciato da Adriatico Mediterraneo, che quest’anno andrà in scena a fine ottobre. A prendere il posto del festival dei due mari, sarà la nuova Settimana del mare, dal 3 al 10 settembre. Niente accoppiata Festa del Mare e Regata del Conero, formula collaudata da qualche anno a questa parte con eventi da mattina a sera per salutare l’estate. Le due manifestazioni tornano autonome, la prima si terrà il 3 settembre. Una settimana dopo l’appuntamento con la competizione velica tra le più attese dell’Adriatico. In mezzo, una serie di iniziative, soprattutto concerti che guarderanno in particolare al jazz, coinvolgendo anche la location di piazza del Papa, a scandire la settimana e a riempire il vuoto lasciato dopo dieci anni da AdMed, divenuto simbolo della chiusura della bella stagione in città. «Torniamo alla vecchia modalità di Regata del Conero, non inserita all’interno della Festa del Mare per una decisione condivisa con l’associazione Stella Maris che organizza l’evento – spiega Leonardo Zuccaro, direttore di Marina Dorica -. Molti diportisti amano l’appuntamento della Festa del Mare, ma con la gara la mattina poi era difficile che riuscissero a seguirla».

In quella settimana ci sarà anche il passaggio di testimone con il tris delle Notti Bianche. Si inizia il 9 settembre con quella del Piano, per continuare il 16 con quella di corso Amendola e chiudere come di consueto con quella del centro il 26 settembre. Prime riunioni organizzative operative tra Comune, associazioni di categorie ed operatori economici per verificare le condizioni tecniche e di sicurezza necessarie, con la pesante novità delle disposizioni emanate lo scorso 28 luglio dal Ministero dell’Interno, dopo i fatti di Torino durante la finale di Champions League. Norme pronte a trasformarsi in un vero salasso per i commercianti per dotarsi delle certificazioni obbligatorie a garantire la sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X