facebook rss

Pistola in pugno
tenta di rapinare la banca
E’ caccia al bandito

ANCONA – L'assalto allo sportello di via Del Conero attorno alle 12.30, l'uomo è fuggito a mani vuote, ora è ricercato dalla polizia. Il rapinatore è entrato a volto scoperto, si cerca il suo volto dalle immagini della videosorveglianza
mercoledì 23 agosto 2017 - Ore 14:43
Print Friendly, PDF & Email

La filiale Monte Paschi di via Del Conero a Pietralacroce

Pistola in pugno, tenta di rapinare lo sportello della Banca Monte Paschi di via Del Conero a Pietralacroce, ma è stato costretto a fuggire a mani vuote perché i soldi erano chiusi nella cassaforte temporizzata e quindi fuori dalla disponibilità dei dipendenti. Momenti di terrore stamattina alle 12.30 all’istituto di credito di Pietralacroce, quando gli agenti della squadra volante della questura di Ancona sono accorsi per un allarme lanciato dalla banca. La cassiera in servizio si è trovata la pistola puntata contro e poi ha sentito quell’ordine perentorio di tirare fuori i soldi. Al momento non è chiaro se l’arma fosse vera o se più probabilmente si sia trattato di una scacciacani o di un giocattolo. Arma vera o meno, la scena ha raggelato la dipendente. Impossibile però obbedire al rapinatore, che davanti alla cassaforte temporizzata ha preferito darsela a gambe. Quando gli agenti della volante sono arrivati l’uomo era già in fuga. I poliziotti ora stanno cercando un uomo corpulento che corrisponde alla descrizione della cassiera. Sul posto sono in corso le indagini della squadra mobile e della polizia scientifica per cercare tracce del malvivente. Dalla direttrice della filiale e dai dipendenti della banca nessuna voglia di raccontare o ricordare i momenti difficili della mattina. Secondo alcuni testimoni, l’uomo sarebbe entrato a volto scoperto e ora gli investigatori della squadra mobile stanno passando in rassegna le immagini della videosorveglianza per ricostruire l’identikit del rapinatore. La filiale di Pietralacroce non è la prima volta che viene presa di mira dai banditi, nel giro degli ultimi anni è stata colpita già tre volte. Lo scorso anno, proprio durante l’estate, era stato sradicato il bancomat. In quella occasione i malviventi erano entrati in azione oscurando le telecamere della videosorveglianza.

(servizio aggiornato alle 15.37)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X