facebook rss

Mc Donald’s e rotatoria in via Conca,
Gasparoni: «Ora i sovrappassi»

ANCONA - L'associazione di categoria dei trasportatori interviene sul riassetto della viabilità a nord. Il segretario e il presidente di Confartigianato sottolineano Trasporti: "Bene la rotatoria, si appaltino al più presto i sovrappassi pedonali e si diano tempi certi all'uscita a nord del traffico pesante dal porto di Ancona"
venerdì 8 Settembre 2017 - Ore 18:54
Print Friendly, PDF & Email

L’incrocio tra via Conca e via Tenna dove è stato allestito il cantiere per la realizzazione della nuova rotatoria che sostituirà l’incrocio e dove sorgerà il nuovo Mc Donald’s

Mc Donald’s a Torrette e nuova rotatoria: «Bene la realizzazione dell’opera, ma servono anche i sovrappassi». Così il il segretario di Confartigianato Trasporti, Gilberto Gasparoni, interviene sul cambio di viabilità nel quartiere nord di Ancona. Dalla vendita del terreno tra via Tronto e via Conca sui cui sorgerà il nuovo fast food di Torrette, il Comune ha incassato 854mila euro, e in parte serviranno per coprire il conto di 1,5 milioni di circa tra asfalti, sovrappassi e nuova rotatoria. Una decisione critica dall’opposizione, secondo cui si aggraverà la situazione del traffico di Torrette. «Il Comune ha mantenuto la promessa di avviare i lavori di costruzione della rotatoria di via Conca-via Tenna dopo aver svolto con celerità la manutenzione ed asfaltatura delle strade a nord di Ancona − interviene Gasparoni −. Con queste opere l’accesso al porto ed alla città è migliorato notevolmente». L’associazione di categoria dei trasportatori apprezza anche che i lavori per la nuova rotatoria al posto dell’incrocio tra Via Tenna e Via Conca siano stati programmati senza restrizioni al traffico attuale, cosi da evitare i disagi limitandoli il più possibile a quando verranno fatti i lavori sulla carreggiata, ma chiede che si appaltino subito anche i sovrappassi pedonali nelle zone dell’ospedale e del centro commerciale per scavalcare via Conca. In questo modo si collegherà sia il parcheggio a monte con il plesso ospedaliero eliminando di fatto il passaggio pedonale sulla Via Conca in prossimità dell’Ospedale regionale migliorando sia la sicurezza stradale che la viabilità che gli attraversamenti in prossimità della nuova rotatoria. “Una risposta attesa da tanto tempo – continua il segretario Cgia Trasporti – che dovrebbe dare sollievo ad una situazione critica da decenni per il quartiere nord e per quanti entrano ed escono dalla città e dal porto. Confartigianato chiede certezze sia sui tempi per quanto riguarda la ripescata uscita a nord su cui il gruppo di lavoro formato da Comune, Anas e Ministero alle infrastrutture ha scelto un tracciato per il collegamento di via Flaminia con la statale 16, evitando l’attraversamento del quartiere di Torrette”. “Ci auguriamo che le indagini geologiche in corso consentano la sua fattibilità facilitando la realizzazione dell’intera opera che ha già nella sostanza le risorse necessarie – commenta il presidente dell’associazione Angelo Pisa -. Confartigianato chiede anche la realizzazione della quarta corsia della statale 16 tra Castelferretti e Torrette. Opere queste entrambe necessarie per favorire il traffico veicolare da e per il porto dato che è sempre più importante favorire il trasporto intermodale con l’uso della nave e del treno in modo da trasferire su acqua e su ferro il crescente traffico veicolare sia esso di merci che di persone”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X