facebook rss

La Mariani punta l’indice:
“Troppe spese legali”
e conta 600mila euro in 3 anni

OSIMO - La capogruppo del gruppo misto lancia l'allarme. “Quando mi batto per la legittimità degli atti - dice- lo faccio per evitare il contenzioso ed i conseguenti riflessi negativi sul bilancio comunale e quindi per tutelare gli interessi degli osimani. Queste cifre non possiamo permettercele”
mercoledì 11 Ottobre 2017 - Ore 16:16
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, palazzo comunale

Quando mi batto per la legittimità degli atti, non è per soddisfare un capriccio personale, ma per evitare il contenzioso ed i conseguenti riflessi negativi sul bilancio comunale e quindi per tutelare gli interessi degli osimani. Purtroppo il contenzioso, attivo e passivo, sta assumendo un impegno troppo gravoso per le casse comunali che non possiamo piu’ permetterci”. La consigliera Maria Grazia Mariani punta l’indice contro il contenzioso pendente del Comune di Osimo che ha ingenerato investimenti di spesa sostanzioso nel bilancio comunale (leggi l’articolo).

“L’amministrazione Pugnaloni dal mese di luglio 2014 ad oggi ha destinato a tali spese quasi 300.000 euro a cui si aggiungono altri 262.000 euro riconosciuti nel 2015 al legale per i vari ricorsi legati alla mancata realizzazione del nuovo Ospedale di Osimo (148.000 euro) e per definire altre 14 pratiche in piedi da anni (115.000 euro). – scrive la capogruppo del Gruppo Misto- Tra il contenzioso sorto in questi ultimi anni spiccano invece le cause contro la realizzazione del supermercato nell’ex Consorzio agrario, contro procedure di gara ritenute illegittime (come la vendita delle azioni Conerobus o il servizio di ripristino delle condizioni di sicurezza stradale a seguito di incidenti), il licenziamento di un dipendente comunale e di uno all’Astea Servizi, opere viarie, transazioni con società diverse, etc. In una fase storica come quella attuale caratterizzata da una grave crisi finanziaria e dalla conseguente necessità di un rigido contenimento della spesa pubblica, appare opportuno porre l’attenzione al contenimento delle spese, soprattutto delle spese per il patrocinio legale. Spendere quasi 600.000 euro in 3 anni è una cifra folle”.

Maria Grazia Mariani

Secondo la consigliera “in caso di condanna a carico del Comune di Osimo, alle spese legali si aggiungeranno i costi per risarcimento danni e comunque vada gli osimani hanno perso, perché per affrontare tali spese il Comune può solo aumentare le tasse rischiando di erogare servizi più scadenti”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X