facebook rss

Scomparsa di Mariya,
i filmati delle telecamere
al vaglio dei carabinieri

CUPRAMONTANA - Chiesta l'autorizzazione ad acquisire le immagini delle spycam della stazione ferroviaria di Jesi. Nuove segnalazioni sulla presenza della 19enne a Jesi, Moie e Monte Roberto. I militari di San Benedetto del Tronto a casa dell'amica del cuore. Gli amici si improvvisano detective per aiutare la famiglia nelle ricerche
mercoledì 11 ottobre 2017 - Ore 14:30
Print Friendly, PDF & Email

Mariya Isckra

Mariya Iskra

La scomparsa di Mariya Iskra è un giallo che spaventa Cupramontana. La 19enne si è lasciata il buio dietro alle spalle da quando è sparita, domenica scorsa, dalla sua abitazione di via Giovanni Bovio. I carabinieri cercano la studentessa in tutt’Italia continuando a sperare che abbia deciso di allontanarsi da sola (leggi l’articolo). In queste ore di attesa, dopo l’appello lanciato dalla madre Lyuba su diverse trasmissioni Tv delle reti Rai, sono arrivate altre segnalazioni dalla zona della Vallesina al momento non suffragate da riscontri oggettivi. Il maresciallo Luca Martarelli, per verificarle ha sguinzagliato i suoi uomini a Jesi, Moie e Monte Roberto.

Si sono messi in moto anche i carabinieri di San Benedetto del Tronto per i necessari accertamenti a casa dell’amica del cuore della 19enne che nei giorni scorsi ha sostenuto di non averla vista (leggi l’articolo). Mariya aveva più volte manifestato il desiderio di andarla a trovare. Per il momento sono state, invece, sospese le ricerche con i cani molecolari, dopo la traccia fiutata ieri in via Matteotti, che lascerebbe pensare a un passaggio in auto ottenuto dalla ragazza per allontanarsi dal paese. Stamattina, gli investigatori hanno chiesto  alla stazione ferroviaria di Jesi di poter visionare i filmati delle telecamere del circuito di videosorveglianza per accertare se la ragazza abbia lasciato qualche traccia del suo passaggio nelle sale d’attesa o davanti ai binari, prima di salire su un treno.

L’appello di Lyuba, la madre di Mariya davanti alle telecamere di Chi l’ha Visto? (Rai Tre)

Nel primo pomeriggio di domenica la 19enne è uscita da casa e non è più tornata. Non ha più telefonato ai parenti, nemmeno al padre e alla sorella che vivono in Ucraina, o agli amici. Sara, un’amica di Mariya che risiede a Cupra, ieri ha lanciato un appello davanti alle telecamere de ‘La Vita in diretta’ per invitarla a un ripensamento e insieme ad altri coetanei si sta dando da fare per aiutare la famiglia. Sta cercando di capire se la ragazza sia ospite a casa di qualcuno, telefonando anche agli ex compagni di scuola tra Jesi e le altre città dell’hinterland.

E’ certo, tra l’altro, che dopo la sua sparizione, senza soldi, documenti e telefonino, Mariya non si è più connessa su facebook. I militari hanno analizzato anche le tracce degli ultimi contatti lasciati sui social media dalla 19enne senza però individuare elementi che facciano pensare a una fuga premeditata o organizzata con l’aiuto di qualcuno.

Anche La Vita in Diretta ha dedicato un servizio alla scomparsa di Mariya

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X