facebook rss

Gli studenti del liceo Perticari
salgono sul podio
di ‘Che Impresa ragazzi!’

SENIGALLIA - Ecologia e innovazione: a Roma una sfida a colpi di business plan tra 12 classi di studenti delle scuole superiori per contendersi il titolo di miglior progetto imprenditoriale d’Italia durante la premiazione nazionale della decima edizione del concorso. I ragazzi della 3 A L del Classico senigalliese hanno ottenuto il secondo posto
venerdì 3 Novembre 2017 - Ore 14:49
Print Friendly, PDF & Email

Studenti in gara per concretizzare il loro talento per gli affari, sviluppando già sui banchi di scuola un’impresa di successo e con una forte valenza sociale per il territorio nella quale opera: questi i requisiti fondamentali per accedere alla premiazione della decima edizione del concorso “Che Impresa ragazzi!” della Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, che premia il miglior Business Plan tra i 12 arrivati alla finale nazionale, dopo essere stati selezionati tra circa 50 presentati nel corso dell’anno scolastico. Il premio finale infatti è l’ultima tappa di un percorso didattico di un anno al quale hanno partecipato 25 scuole da tutta Italia con oltre 60 classi e 1380 studenti, durante il quale, grazie agli esperti tutor delle banche sul territorio, i ragazzi hanno acquisito le nozioni fondamentali per coniugare idee e creatività con una sana gestione aziendale.

La vittoria è andata alla classe 4 A sia del liceo scientifico Iis V.Capirola di Leno in Provincia di Brescia, supportata da Ubi Banca con il progetto “Lucesia srl” che si propone di sviluppare, produrre e commercializzare lampade da tavolo e da soffitto all’insegna del risparmio di energia, con tecnologia led. Le lampade sono assolutamente ecologiche ed innovative perché realizzate con la carta, mettendo insieme efficacia, praticità, comfort e bellezza. Per il secondo posto la Giuria Nazionale, composta da rappresentanti del mondo accademico e dei media, rappresentanti degli insegnanti e delle istituzioni pubbliche e private ha scelto il progetto Teatro momos della classe 3 A L del liceo classico Giulio Perticari di Senigallia supportata sempre da Ubi Banca. Punto centrale del progetto è la realizzazione di un’associazione teatrale che vuole promuovere e diffondere la cultura teatrale nel territorio di Senigallia e nelle zone limitrofe, usando come base la sede stessa della scuola per tenere i corsi e le iniziative culturali, stabilendo così un canale comunicativo privilegiato con gli alunni e le famiglie del Liceo Perticari. Al terzo posto si è piazzata la classe IV AE dell’istituto tecnico industriale G.Marconi di Pontedera supportata dalla Cassa di Risparmio di San Miniato con il progetto New Tech Garden Srls. Gli studenti hanno sviluppato e progettato un impianto di irrigazione dotato di una centralina elettronica che, attraverso la lettura di sensori di umidità del terreno, apre e chiude elettrovalvole per l’irrigazione automatica: questo permette di usare le nuove tecnologie per migliorare il rispetto per l’ambiente e promuovano il risparmio dell’acqua.

Durante le lezioni del percorso didattico per le scuole superiori “Teens” i ragazzi hanno scoperto grazie ai tutor delle banche sul territorio, i diversi aspetti dell’economia: dalla globalizzazione alla finanza personale; dal rapporto con la banca agli strumenti per gestire il denaro. E poi la gestione dei rischi, la pianificazione del budget famigliare, il risparmio, l’indebitamento, la previdenza, la legalità. Tutti aspetti di una stessa medaglia, coniugati in relazione alle abilità e alle competenze che i giovani devono acquisire per divenire cittadini consapevoli e informati. Un’attenzione particolare è riservata allo sviluppo del capitale umano quale strumento di investimento sul proprio futuro economico e alla capacità di guardare al lavoro con una mentalità imprenditoriale. L’esercizio è proprio quello di sviluppare, con l’aiuto di un esperto di banca, un progetto socialmente utile per il territorio e realmente sostenibile anche dal punto di vista economico. Quest’ultimo aspetto è particolarmente importante poiché consente agli studenti di acquisire informazioni dirette su come funzionano le logiche del credito e la sua erogazione e come costruire un progetto d’impresa sostenibile e valutabile da una banca.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X