facebook rss

Bimbo morto nel pozzo,
aperto un fascicolo
per omicidio colposo

CORINALDO – La procura ha lasciato vuoto il registro degli indagati e non ha ancora disposto l’autopsia sul corpo del piccolo, portato all’ospedale di Senigallia dopo la tragedia avvenuta al frantoio di viale Branca. Già ascoltati dagli inquirenti la zia, il papà e la nonna del bambino
lunedì 13 novembre 2017 - Ore 15:06
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Bambino morto dopo essere scivolato nel pozzo di un frantoio, la procura apre un fascicolo per omicidio colposo. È questa la decisione presa dal sostituto procuratore Daniele Paci dopo le primissime indagini svolte dai carabinieri di Senigallia in collaborazione con la stazione di Corinaldo, luogo dove è avvenuta la tragedia che ha strappato alla vita il piccolo Florin, 5 anni, residente a Ostra Vetere assieme alla sua famiglia originaria della Romania. Sul fascicolo non è stato iscritto ancora nessun indagato. Per farlo bisognerà aspettare l’esito degli accertamenti. Finora, è stato posto sotto sequestro il pozzo dove è caduto il bambino, colmo di scarti di lavorazione delle olive e acque nere. I familiari del bimbo presenti durante la tragedia, la zia, il papà e la nonna, sono già stati ascoltati dai militari. Non è detto che sul corpicino di Florin, attualmente fermo all’obitorio dell’ospedale di Senigallia, la procura decida di effettuare l’esame autoptico. Le cause della morte, infatti, non sarebbero così determinanti da un punto di vista investigativo. Quando il piccolo è stato recuperato da una squadra dei sommozzatori dei vigili del fuoco di Ancona, era già in arresto cardiaco. Inutili i soccorsi e il trasporto a sirene spiegate al pronto soccorso di Senigallia.

Tragedia al frantoio, bimbo di 5 anni scivola e muore nella vasca degli scarti di lavorazione delle olive

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X