facebook rss

Morte operaio Isa,
l’appello di Rubini: «Il Consiglio si fermi e
partecipi al presidio Fiom»

ANCONA - L'esponente Sel formalizzerà la proposta alla conferenza dei capigruppo prima dell'avvio dei lavori dell'aula. Imbarazzo nel Pd, presidente del Consiglio e capogruppo Pistelli preferiscono un documento da votare in aula rispetto al picchetto
giovedì 16 novembre 2017 - Ore 17:22
Print Friendly, PDF & Email

Un dei presidi della Fiom davanti ai cantieri Isa (foto d’archivio)

 

Il capogruoppo Sel Francesco Rubini (foto d’archivio)

 

Morte operaio Isa, il capogruppo Sel-Ancona Bene Comune, Francesco Rubini lancia l’appello: «La politica si fermi e partecipi al presidio organizzato dalla Fiom davanti ai cancelli dell’azienda». Il picchetto dei metalmeccanici della Cgil è in programma per domani (17 novembre) dalle 10,30 alle 12, all’ingresso del cantiere navale di via Mattei ad Ancona, per ricordare Alam Magbaul, l’uomo di 41 anni deceduto dopo un incidente sul lavoro all’interno dello stabilimento. Il sit-in si svolgerà proprio mentre a Palazzo degli Anziani sarà in corso il Consiglio comunale. «Per questo motivo − annuncia Rubini − ho comunicato al presidente dell’aula e ai capigruppo che domani, prima in sede di conferenza dei capigruppo e poi ad inizio lavori in plenaria, chiederò formalmente di interrompere il Consiglio dalle 10 alle 12 per permettere ai consiglieri comunali di partecipare al presidio-commemorazione indetto dalla Fiom dell’operaio di 41 anni deceduto in ospedale pochi giorni fa. La presenza del Consiglio comunale − aggiunge il capogruppo Sel −, in quanto luogo della democrazia e della rappresentanza politica cittadina, sarebbe un segno di straordinaria importanza politica e istituzionale. Mi auguro che i miei colleghi accolgano con favore la mia proposta. Se così non fosse, il mio gruppo abbandonerà comunque la seduta per partecipare al presidio».

Il presidente del Consiglio Simone Pelosi metterà in disucssione la richiesta del capogruppo Rubini alla conferenza dei capigruppo, ma non nasconde la sua opinione. «Non corriamo dietro alle richieste del singolo consigliere, saranno i capigruppo a decidere se interrompere i lavori del Consiglio. Dato che domani l’aula è convocata per discutere anche delle proposte e delle mozioni dei consiglieri, sarebbe meglio portare in discussione un atto politico sul tema» commenta Pelosi.

L’iniziativa del picchetto Fiom mette in imbarazzo anche il gruppo Pd. Democrat infastiditi perchè istituzioni e forze politiche sarebbero stati avvisati dal sindacato dei metalmeccancici tramite l’invio di un volantino, senza chiedere espressamente la parteciapzione o il sostegno. Anche il capogrupo Pistelli dunque sulla linea del presidente del Consiglio, meglio un atto da votare in aula piuttosto della presenza al picchetto.

“Basta morti bianche”, sit-in Fiom ai cantieri Isa

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X