facebook rss

Il presidente del Coni Marche
incontra le campionesse della vela

VELA - Il vertice regionale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano ha ricevuto ieri le atlete marchigiane che si sono distinte in tutte le specialità dello sport acquatico negli ultimi anni Luna: “Siete l'orgoglio delle Marche. Volevo rendervi onore come si deve”
domenica 26 novembre 2017 - Ore 16:54
Print Friendly, PDF & Email

Le donne della vela con il presidente del Coni Marche, Fabio Luna (terzo da sinistra)

Giovani e giovanissime campionesse sempre più vincenti nel mondo della vela. Sono le vittorie passate e – si spera – quelle future che ieri hanno portato il presidente del Coni Marche, Fabio Luna, a incontrare le donne protagoniste della vela alla sede del Comitato regionale. Isa Angeletti, Maria Giulia Cicchinè, Rebecca Orsetti, Claudia Rossi e Giorgia Speciale. Ecco le donne che hanno fatto grande il nome della vela delle Marche in Italia e nel mondo, presenti ieri al Coni. A completare la squadra – assenti per impegni sportivi – Federica Benvenuti Gostoli e Irene Tari. Presenti anche le presidenti Adele Mattioli (LNI S. Benedetto del Tronto), Cristiana Mazzaferro (CV Civitanova) e Donatella Montanari (Sef Stamura Ancona). «Desideravo incontrarvi oggi (ieri, ndr) perché non sempre riusciamo a rendervi onore come si deve per ciò che fate per lo sport delle Marche – le parole del presidente del Coni Marche, Fabio Luna –. La vostra presenza qui oggi, donne atlete e presidenti, assume anche maggior importanza, vista la concomitanza con la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Complimenti per i risultati ottenuti. Siete l’orgoglio di un’intera regione. Continuate a vincere, ma non dimenticate mai di divertirvi». E il presidente annuncia una serie di incontri con i campioni di tutte le specialità sportive. «La nostre donne hanno dimostrato di valere tanto – ha affermato il presidente regionale FIV, Vincenzo Graciotti – ed anche di avere grandi prospettiva per il futuro. Queste ragazze sono il nostro orgoglio, arrivano da circoli tutti diretti da donne che hanno la mentalità dello sport. Sanno cosa chiede l’atleta, cosa vuole l’allenatore e li mettono in condizione di dare il massimo». Il vice presidente FIV Paolo Smerchinich ha sottolineato come «la vela non debba essere più considerata uno sport elitario. Queste ragazze stanno in mare spesso in condizioni estreme. È uno sport di sacrificio e queste ragazze dimostrano anche grande senso di appartenenza ai loro circoli, dove arrivano come agoniste già giovanissime». Tra le campionesse, presente l’anconetana Giorgia Speciale (SEF Stamura) che qualche giorno fa ha vinto il campionato sud americano di windsurf juniores, a Buenos Aires, e cioè sullo stesso campo di regata in cui il prossimo anno parteciperà alle Olimpiadi giovanili (per le quali ha già selezionato la nazione). Inoltre quest’anno ha vinto la quarta medaglia d’oro al mondiale windsurf Techno 293, che vanno a sommarsi con le due d’argento già ottenute in passato, e il campionato italiano giovanile a Crotone.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X