facebook rss

Il Borgo Minonna ferma l’Anconitana,
Marconi e Lelli strigliano i biancorossi

CALCIO – Una brutta Ancona finisce sotto e riacciuffa il pareggio. Osimo Stazione non ne approfitta e con il pareggio di Castelplanio resta a 11 punti di distacco dai primi della classe
domenica 28 gennaio 2018 - Ore 18:40
Print Friendly, PDF & Email

Il pareggio di Bartoloni

di Giuseppe Giannini

Il Borgo Minonna sfiora l’impresa e fa paura all’Anconitana fino a dieci minuti dal termine. A salvare i dorici ci pensa Bartoloni che spedisce in porta di testa la palla del 1-1 ed evita l’onta della sconfitta. Un pari che a conti fatti è il risultato più giusto di una gara in cui gli anconetani giocano senza mordente è quasi non giocano per una buona mezz’ora. La scossa arriva solo dopo il gol di Ledesma. Ma non basta ad evitare alla squadra di finire sotto accusa. Mister Lelli invoca un bagno di umiltà. Il presidente Marconi è un fiume in piena e boccia in particolare gli ultimi arrivati. Ma quello che appare chiaro è che per ottenere la riconferma a fine campionato le prestazioni di molti dei protagonisti dovranno migliorare. E di molto. Imperdonabile per il presidente commettere sempre gli stessi errori. Troppi gli approcci sbagliati alle gare. Troppe volte la squadra è andata sotto per poi essere costretta a rincorrere. Troppi gol presi su calci piazzati o con la difesa schierata. Come al Carotti. E anche se la classifica non cambia con l’Anconitana in vetta a 11 punti dalla seconda, i numeri della difesa evidenziamo che sono proprio lì i maggiori problemi. Su 12 reti subite in totale, sette gol sono arrivati nelle ultime 4 giornate. Ma sul banco degli imputati più che il reparto arretrato ci finisce l’atteggiamento che per la società non è quello giusto per vestire i colori biancorossi. Giudizi pesanti che arrivano a fine di una brutta partita. Di una squadra da record che fino a questo momento è stata uno schiacciasassi e ha segnato 56 gol che valgono 50 punti (16 vittorie, 2 pari e una sola sconfitta). Ma che ieri nella prima mezz’ora non ha mai punto ed è stata facilmente domata dagli jesini. La prima occasione è arrivata solo al 30′ quando Storani, ben servito sulla corsa da Strano, è rientrato sul sinistro e ha cercato il gol alla Del Piero, ma la sfera si è stampata sul palo lontano.
Succede così che al 34′ Amadio si incarica di una punizione sulla trequarti e con un rasoterra pesca Ledesma lasciato tutto solo nel cruore dell’area. L’attaccante dei locali si gira e supera Lori in diagonale. La palla sembra destinata all’angolino anche se risulta decisiva la deviazione di Colombaretti che entra in porta col pallone. L’Ancona sbanda e il Borgo Minonna prova ad approfittare. Marchegiani sfrutta una sbavatura di Cesaroni e ha la chance per il raddoppio, si immola Della Spoletina che salva in corner. Lelli toglie un difensore, Rossi (già ammonito) e getta nella mischia un attaccante Apetzeguia e i dorici hanno subito un paio di occasioni. Al 43 su tiro dalla bandierina Strano aggancia e conclude ma incrocia troppo il tiro che sfila sul fondo. Al 45′ invece è proprio Apetzeguia che crossa da sinistra. Sul primo palo irrompe Mastronunzio che impatta sulla sfera dopo un rimpallo ma la palla esce di poco. Anche in avvio di ripresa l’Anconitana rischia grosso quando al 3′ Brasili sbaglia il disimpegno. Ledesma si invola e serve Piaggesi che dal limite centra l’incrocio dei pali con Lori battuto. L’Ancona non ci sta e al quarto d’ora Mastronunzio serve Apetzeguia che addomestica nei sedici metri ma non riesce a concludere. Due minuti dopo il cubano riesce a segnare su invito di Marengo ma l’arbitro annulla per un dubbio fuorigioco. Sul capovolgimento di fronte altra dormita della difesa dorica con Ledesma che entra in area e spara a lato il diagonale. L’ultima mezz’ora è un assedio alla porta di Molinari che al 23′ neutralizza Mastronunzio deviando sul fondo la botta ravvicinata. Sugli sviluppi del corner Strano di testa non centra lo specchio. La porta dei locali sembra stregata e al 26 Pucci, ben servito in area da Polenta, si ostina nel dribbling e perde l’attimo. Al 32′ invece è Romagnoli ad anticipare Apetzeguia sul più bello. Ma al 34′ Bartoloni indossa i panni di eroe di giornata e di testa sotto misura corregge in porta una torre di Mastronunzio tra le proteste del Borgo Minonna che contestava il corner (il quindicesimo battuto dai dorici). La Vipera, sorvegliato speciale per tutta la gara, nel finale riesce a sgusciare tra le maglie dei difensori e va giù in area stretto a sandwich dai due centrali. L’arbitro lascia proseguire. Al 42′ Bartoloni prova il colpaccio. Scappa a sinistra e in diagonale sbuccia il palo lontano. Ma forse è stato più giusto così. Una vittoria avrebbe fatto passare sotto traccia una prestazione non all’altezza.

BORGO MINONNA     1
ANCONITANA             1

BORGO MINONNA: (4-4-2): Molinari 6; Pelosi 6,5, Rotoloni 7, Romagnoli 7, Orciani 6 (1’st Piaggesi 6,5); Marchegiani 6,5, Amadio 6,5, Serrani 6 (26’st Tagoma 6), Moreschi 6; Ledesma 7,5 (45’st Bolognini sv), Ortolani 6 (37’st Kabe sv). A disp. Tarsi, Pellegrini, Melon.

All. Luchetta 7

ANCONITANA (3-4-3): Lori 5,5; Della Spoletina 5,5, Colombaretti 5 (28’st Bartoloni 7), Rossi 5 (36’pt Apezteguia 6,5); Brasili 5 (13’st Polenta 6,5), Strano 5,5, Marengo 5, Cesaroni 5,5; Storani 5 (37’st Massei sv), Mastronunzio 6, Pucci 5,5. A disp. Ruspantini, Fernandes Cardoso, Fabrizi.

All. Lelli 6

ARBITRO: Bini di Macerata 6

RETI: 33’pt Ledesma, 34’st Bartoloni

NOTE:  spettatori 500 circa; ammoniti Rossi, Pelosi, Colombaretti e Della Spoletina; corner 2-17; recupero 2’pt e 4’st.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X