facebook rss

Meno abitanti e stranieri, culle vuote:
Jesi scende a quota 40.210 residenti

DATI ISTAT- Nella città di Federico II lo scorso 31 dicembre abitavano 17.818 famiglie, 1.753 delle quali straniere. La colonia etnica più estesa è quella romena. Le statistiche di fine anno segnalano anche un saldo negativo tra nati (269) e morti (504) nel corso del 2017
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

Cala di oltre cento unità la popolazione di Jesi che al 31 dicembre 2017 fa registrare 40.210 cittadini residenti, contro i 40.316 che vi erano al 1° gennaio. Anche la popolazione straniera registra una flessione, con 4.619 unità, 19 in meno nell’arco dei dodici mesi, che fissa la sua percentuale intorno all’11,5% sul totale dei residenti. “A leggere i dati statistici 2017 inviati dall’Ufficio Anagrafe all’Istat sull’andamento demografico in città – puntualizza una nota stampa del Comune di Jesi – si evidenzia un significativo saldo negativo tra nati (269) e morti (504) nel corso dell’anno di riferimento, mentre si assiste ad un lento riequilibrio tra il numero di nuovi iscritti (1.149, di cui 282 dall’estero) e quello delle cancellazioni di residenza (1.022, di cui 99 all’estero). Le . Tra le varie nazionalità presenti in città, svetta quella romena con 1.399 iscritti, seguita da quella del Bangladesh (539) e poi a seguire Albania con 357, Marocco con 314 e Nigeria con 300”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X