facebook rss

Lavoro, ambiente e diritti,
Liberi e Uguali lancia
la campagna da Ancona

ANCONA – Il comitato comunale della formazione di sinistra si è presentato stamattina in corso Mazzini, di ritorno dalla manifestazione di Macerata. “Nel corteo antifascista gli stessi valori di LeU, sempre necessario schierarsi contro moderni fascismi e razzismi”
Print Friendly, PDF & Email

Al tavolo dei relatori, da sinistra, Bruno Pettinari, Giuseppe Buondonno, Piergiovanni Alleva, Luca Bonventi e Concetta Contini

Liberi e Uguali ha presentato oggi il suo comitato comunale e i candidati per i collegi di Ancona-Macerata per le prossime elezioni politiche. Al centro dell’incontro, i temi fondanti del partito di sinistra: lavoro, tutela dei diritti e dell’ambiente. “Una campagna elettorale difficile – ha spiegato Luca Bonventi, candidato al collegio plurinominale della Camera dei Deputati Marche 2 (Ancona e Pesaro) – quella che si prospetta che non vede in questa prima fase affrontare i temi veri ma pone al centro solo sterili contrapposizioni. C’è sempre più bisogno di una vera sinistra riformista, una sinistra dei lavoro e dei diritti, una sinistra per i molti e non per i pochi e Liberi e Uguali ha l’ ambizione di avere quel ruolo. È nostro dovere – continua Bonventi – dare una speranza ai tanti delusi che non hanno più avuto una casa politica e lavorare affinché dal 5 marzo questo movimento diventi un partito”. Forte l’ attenzione alla difesa dei diritti civili posta da Concetta Contini, candidata al collegio plurinominale del Senato, e sulla “green economy”. “E’ la forte necessità di puntare al superamento della dipendenza dalle energie fossili e alla creazione di una vera e propria “carbon tax” : due punti fondamentali del nostro programma che devono entrare con forza in un agenda di governo”. Ma il principale obiettivo rimane il lavoro. “Ridare dignità al lavoro e diritti ai lavoratori è la necessità primaria – dice Piergiovanni Alleva, candidato al collegio uninominale della Camera di Ancona – così come concentrare il reddito garantito a chi non ha lavoro perché lo ha perso e ha difficoltà a rientrare in un mercato sempre più difficile. Il superamento del Jobs act e la reintroduzione dei contratti indeterminati sono un elemento di dignità che una forza di sinistra deve ripristinare.” Temi centrali anche per Giuseppe Buondonno, capolista al collegio plurinominale del Senato – che affronta assieme a Bruno Pettinati, candidato al collegio uninominale del Senato Ancona – Macerata, anche il tema della ricostruzione post terremoto. “Si è messo in moto un percorso unitario per una sinistra popolare e di massa che deve portare ad un nuovo soggetto politico capace di ascoltare : radicalità e riformismo non sono in conflitto e per questo più questo partito sarà plurale più forte sarà la sinistra” . Sul terremoto Pettinari avverte: “l’alto maceratese è un territorio ancora sofferente alla ricerca di una propria identità che ha bisogno di attenzione per poter tornare ad essere vivo. Ricostruzione uguale lavoro, un binomio perfetto sul quale però va posta attenzione perché il pericolo che quel lavoro sia sinonimo di illegalità è molto forte. Dobbiamo tenere la guardia alta non dimenticandoci i nostri principi”. I candidati sono ritornati anche sulla manifestazione antifascista di Macerata, ribadendo l’opportunità di aver partecipato al corteo perché “anche se il fascismo è morto vi è sempre la necessità di mantenere vivo il ricordo e manifestare contro i moderni razzismi e fascismi, in fin dei conti sono questi i valori di Liberi e Uguali”.

Lavoro e diritti, si presenta Liberi e Uguali: «Siamo la sinistra»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X