facebook rss

Muore a 14 anni affetta da lupus:
due medici a giudizio

ANCONA - La minore, dopo essere stata ricoverata al Profili di Fabriano, era stata trasferita d'urgenza al Salesi per curare la malattia cronica di cui era affetta. Qui era deceduta a poche ore dal suo arrivo. Per i camici bianchi, il processo di aprirà il 19 luglio, alla vigilia del sesto anniversario della morte della ragazza
Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale

 

È morta a 14 anni per il degenerare del lupus, una malattia cronica autoimmune che può colpire diversi organi: a processo finiscono due medici dell’ospedale di Fabriano. Il rinvio a giudizio è stato deciso questa mattina dal gup Paola Moscaroli davanti a Marina Magistrelli, legale dei camici bianchi, e di Maria Squillaci, avvocato che rappresenta la famiglia della vittima, deceduta il 20 luglio 2012 al Salesi. Il processo si aprirà la vigilia del sesto anniversario della morte della 14enne, all’epoca dei fatti residente con i familiari a Cerreto d’Esi. La ragazza era morta dopo sei giorni di ricovero trascorsi al Profili di Fabriano, dove era stata portata per l’acutizzarsi della sua malattia. Le era stata diagnosticata nel 2010 e per tenerla sotto controllo doveva sottoporsi ad esami e cure costanti. La 14enne era giunta nel reparto di Pediatria al ritorno da un viaggio intrapreso con la mamma in Tunisia, loro paese d’origine. Proprio qui, la minore avrebbe avuto delle complicazioni di natura neurologica che l’avevano portata a rivolgersi a una clinica. In Italia, le cose erano ulteriormente peggiorate. Il 19 luglio, era stata l’equipe del Profili a decidere il trasferimento al Salesi. Dopo qualche ora dal suo arrivo, la ragazza era morta. I genitori della minore, non dandosi pace, avevano presentato un esposto in procura che aveva portato ad indagare anche sui medici del Salesi. Alla fine, la loro posizione è stata archiviata. Rimane in ballo solo quella dei professionisti dell’ospedale fabrianese che hanno sempre respinto ogni accusa mossa dalla procura.

Muore al Salesi a 14 anni dopo sei giorni di ricovero: due medici rischiano il processo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X