facebook rss

Giorgia Meloni ad Ancona:
«Siamo con i risparmiatori,
no altri scandali Banca Marche»

ANCONA – La presidente di Fratelli d'Italia in tour elettorale, flash mob davanti BankItalia, poi l'incontro con i pescatori. “Sgomberare l'Hotel House di Porto Recanati, con noi al governo non ci saranno zone franche per l'illegalità”
Print Friendly, PDF & Email

Giorgia Meloni con Laura Schiavo davanti alla sede di BankItalia in piazzale Kennedy ad Ancona

 

Banche, immigrazione, lavoro e ricostruzione, sono i temi prioritari di questa campagna elettorale per Fratelli d’Italia. Alle 12 il flash mob davanti a BankItalia con la presidente Giorgia Meloni, a sostegno dei candidati al Parlamento di Ancona e Pesaro. Scelta simbolica per denunciare quello che Meloni definisce lo “scandalo di Banca Marche”. “Siamo al fianco dei risparmiatori truffati da un sistema che privatizza gli utili e socializza le perdite, truffati da provvedimenti di un governo troppo amico di banchieri” ha esordito Meloni. “Se saremo al governo istituiremo una nuova commissione d’inchiesta sulle banche, per sapere chi sono i grandi debitori, per sapere a chi gli italiani stanno pagando i debiti” ha continuato Meloni, al fianco della candidata alla Camera per il collegio uninominale di Ancona Laura Schiavo, moglie dell’imprenditore suicida, vittima di quello che l’esponente Fdi definisce uno “stalking bancario”. “Lo istituiremo come reato: il recupero crediti delle banche alle persone normali con estrema aggressività, quando non vanno a recuperare i miliardi di euro prestati agli amici degli amici” ha spiegato Meloni. “Il 4 marzo ci aspettiamo che i cittadini si ricordino chi in questi anni ha cercato di rispondere ai problemi reali, piuttosto di chi era in altre faccende affaccendato. Penso a Minniti, candidato nelle Marche, che in questo momento è alla grande moschea di Roma a parlare con gli islamici e non ha nemmeno l’attenzione di chiedere che non si aprano centri culturali finanziati da nazioni fondamentaliste. Io ho chiamato la madre di Pamela Mastropietro, Renzi ha chiamato il direttore del Museo Egizio di Torino, sono questioni di priorità”. Sul tema dell’immigrazione, Meloni ha rimarcato la questione Hotel House di Porto Recanati. “Per noi va sgomberato. Se andiamo al governo, non ci saranno zone franche dove lo Stato non entra, dove si sa che risiede l’illegalità. Il precedente governo di centrodestra era molto vicino a una soluzione, riprenderemo da dove ci eravamo fermati”. In tarda mattinata l’incontro al molo pescherecci del Mandracchio con i lavoratori della marineria, altro tema caro a Fratelli d’Italia, quindi la partenza per le tappe di Pesaro nel pomeriggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X