facebook rss

In 75mila alle urne ad Ancona
Servizi speciali di voto per i disabili

ELEZIONI - Nel capoluogo elettrìci più numerose degli elettori. In 151 si presenteranno per la prima volta alle urne, mentre sono 47 i veterani del voto, gli ultracentenari. Quasi 5.500 gli anconetani che voteranno per corrispondenza dall'estero. Attivati da Comune e area vasta 2 tutti i servizi per consentire il voto anche a coloro che hanno impedimenti fisici gravi
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Vigilia del voto ad Ancona, gli aventi diritto che domani potranno presentarsi nelle 100 sezioni della città sono poco meno di 75mila (74.833), dei quali 35.211 uomini e 39.622 donne. A poter esprimere il proprio voto per la prima volta domani (domenica 4 marzo) 151 giovani (89 ragazzi ed 82 ragazze). Gli under 25 che quindi potranno votare solo per la Camera dei deputati sono 5.440, più uomini che donne 2.791 contro 2.649. I votanti over 25, che voteranno dunque sia per la Camera sia per il Senato della Repubblica, sono 69.393, dei quali 32.420 uomini e 36.973 donne. I veterani dell’urna, gli ultra centenari ono invece 47 in città, 11 uomini e 36 donne.
Se il numero delle elettrici in città è superiore a quello degli elettori, non così per i cittadini anconetani all’estero. Gli elettori Aire del Comune di Ancona che votano per corrispondenza sono infatti in totale 5.412 di cui 2.717 uomini e 2.695 donne. Anche per gli elettori temporaneamente all’estero residenti nel Comune di Ancona che votano per corrispondenza il numero degli uomini (38) supera, sebbene di poche unità, quello delle donne 33.

DOVE SI VOTA. Le sezioni elettorali sono 100 e l’elenco delle sezioni con l’indicazione dei seggi speciali e degli uffici distaccati di sezione “seggi volanti” sono consultabili sul sito internet del Comune di Ancona. I seggi ordinari sono 100, quelli speciali sono 6: all’ospedale di Torrette, all’ospedale Inrca, alla casa di cura Villa Igea, alle carceri di Montacuto e Barcaglione.

Gli scrutatori necessari sono 400 (4 per ogni seggio) + 2 per i 6 seggi speciali per un totale di 412 persone insediatesi questo pomeriggio per l’allestimento del seggio e la vidimazione delle schede elettorali.
Per poter votare l’elettore deve presentarsi al seggio di appartenenza munito della sua tessera elettorale e con un documento di riconoscimento. Nel caso in cui l’elettore: non l’abbia ricevuta, l’abbia smarrita, sia deteriorata e quindi inutilizzabile per votare, contenga qualche inesattezza potrà recarsi in Comune anche domani, in piazza XXIV maggio 1, al salone Anagrafe (1° piano) e chiedere copia o una nuova tessera elettorale nel caso siano terminati gli spazi per il timbro. È necessario portare con sé un documento di riconoscimento e, in caso di esaurimento degli spazi, la vecchia tessera elettorale. Per le persone che non possono recarsi in Comune è possibile delegare un incaricato. Questi gli orari di apertura: domenica 4 marzo dalle ore 7 alle 23.
Per informazioni tel. 071.222.2279 – 071.222.2287 – www.comune.ancona.gov.it

VOTO ASSISTITO PER ELETTORI CON DIFFICOLTÀ FISICHE PARTICOLARI. Gli elettori che hanno gravi difficoltà fisiche nell’esprimere il voto (es. i non vedenti, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità agli arti superiori) possono chiedere di essere accompagnati all’interno della cabina da un altro elettore che ha volontariamente scelto come accompagnatore, purché sia iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi Comune della Repubblica. Pertanto è possibile richiedere che sulla tessera elettorale venga apposto un timbro che attesta questa necessità per tutte le future chiamate alle urne.
Gli interessati dovranno presentare al Sindaco: apposita domanda con la quale si chiede l’apposizione di tale timbro sulla propria tessera elettorale; originale della tessera elettorale; certificazione medica dalla quale risulta che l’elettore presenta un reale impedimento di carattere permanente ad esprimere materialmente il voto e che quindi non è in grado di esercitare il diritto di voto senza l’aiuto di un elettore accompagnatore.
Il certificato può essere rilasciato esclusivamente da un funzionario medico dell’Asur, area vasta 2. A tal proposito si comunica che l’Asur Area Vasta 2 ha attivato un servizio di rilascio certificazioni mediche gratuite  secondo le modalità di seguito riportate:
Nel caso di non vedenti: in luogo del certificato di cui al punto può essere esibito il libretto nominativo di pensione in cui è indicata la categoria cieco civile ed un numero che attesta la cecità assoluta del titolare del libretto (uno dei seguenti numeri di codice o fascia 06, 07, 10, 11,15, 18, 19).
Tuttavia si fa presente che, in attuazione delle norme sulla privacy, nei più recenti libretti di pensione rilasciati dall’Inps, viene indicata soltanto la categoria generica INVCIV e il corrispondente numero di certificato senza alcuna dizione specifica né alcun numero di codice che identifica l’infermità. Pertanto il soggetto dovrà munirsi della certificazione. L’accompagnatore prescelto dall’elettore potrà esercitare questa funzione una sola volta e il Presidente del seggio dovrà farne apposita annotazione sulla tessera elettorale.

SERVIZIO GRATUITO DI TRASPORTO DA E PER I SEGGI ELETTORALI PER GLI ELETTORI NON DEAMBULANTI. Sarà attivo il servizio gratuito di trasporto da e per i seggi elettorali per gli elettori non deambulanti o fisicamente impediti, tramite l’utilizzo di mezzi attrezzati anche per la disabilità. Il trasporto sarà garantito solo nel giorno delle votazioni. Per poter usufruire del servizio gli interessati debbono essere in possesso della seguente documentazione: verbale di accertamento della disabilità di cui alla legge 104 del ’92 o, in mancanza, verbale di invalidità civile rilasciato da apposita commissione Invalidi Civili. Oppure certificazione medica attestante l’impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione per il raggiungimento del seggio elettorale.
Nel caso non si disponga di tale certificazione, l’Asur, area vasta 2 ha attivato un servizio di rilascio certificazioni mediche gratuite secondo le seguenti modalità. Gli elettori non deambulanti iscritti nelle liste elettorali di sezione che si trovano in edifici non accessibili mediante sedia a ruote, possono esercitare il loro diritto di voto in un’altra sezione del Comune, appositamente attrezzata e che sia ubicata in stabile privo di barriere architettoniche (consultare l’elenco delle sezioni elettorali del Comune). Per poter esercitare il diritto di voto debbono esibire al presidente di seggio, unitamente alla tessera elettorale: un’attestazione medica rilasciata dai medici dell’Asur, area vasta 2, anche in precedenza o per altri scopi, dalla quale risulti “l’impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione”, oppure copia autentica della patente di guida speciale, rilasciata a tal fine senza il pagamento di alcun diritto.
Nel caso non si disponga di tale certificazione, oppure nell’ipotesi in cui dalla certificazione non sia possibile evincere con chiarezza che sussiste un’incapacità alla deambulazione, l’Asur area vasta 2 ha attivato un servizio di rilascio certificazioni mediche gratuite.

Elezioni 2018: come si vota con tutte le novità del Rosatellum Spoglio dalle 23 di domenica

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X