facebook rss

“Siete tutti ladri” e imbratta le schede
elettorali con il simbolo anarchico:
37enne denunciato

FALCONARA - È accaduto questa mattina, alla scuola Aldo Moro dove è aperto il seggio 20. L'uomo ha votato davanti agli scrutatori, lasciando il cellulare con la fotocamera attiva sul banco elettorale, poi sequestrato dai carabinieri arrivati sul posto. Per lui è scattata una doppia denuncia
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Attende il suo turno per votare e quando gli scrutatori gli consegnano le schede non va in cabina ma le sigla pubblicamente con il simbolo dell’anarchia, urlando: “Siete tutti ladri, io non voto nessuno”. È accaduto questa mattina alla scuola Aldo Moro di Falconara, in via Palombina Vecchia, dove sono aperte le votazioni per le politiche 2018. Secondo quanto emerso, l’uomo – un 37enne falconarese – avrebbe filmato il suo gesto con il cellulare prima dell’intervento dei poliziotti e dei carabinieri della Tenenza. Per lui è scattata una doppia denuncia: turbamento delle adunanze elettorali e danneggiamento delle schede elettorali. Tutto è avvenuto poco dopo le 11. L’elettore si è presentato a scuola e, una volta arrivato il suo turno, si è fatto consegnare le due schede con la matita. Invece di recarsi in cabina, ha votato davanti agli scrutatori, appoggiandosi sul tavolino dove ci sono le urne. Il 37enne ha apposto il simbolo anarchico, urlando “Siete tutti dei ladri, non voglio votare per nessuno”. Il tutto appoggiando il suo cellulare sul banco elettorale. Il sospetto è che possa aver filmato il suo gesto. Quando il presidente del seggio lo ha invitato a calmarsi, affermando che le sue preferenze sarebbero state nulle , l’uomo ha avuto un accenno di reazione, stemperata in maniera istantanea dalla polizia e poi dai carabinieri che hanno sequestrato sia le schede che il cellulare. Il falconarese è stato portato in caserma, identificato e denunciato.

(servizio aggiornato alle 15.26)

In corso le operazioni di voto: lunghe code ai seggi e negli uffici elettorali

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page