facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

M5S all’attacco dell’assessore:
«Simonella incompatibile
con il comitato portuale»

ANCONA – La senatrice Agostinelli sbandiera il parere del Mit: assessori e amministratori pubblici incompatibili negli organi di gestione delle autorità portuali
Print Friendly, PDF & Email

 

Esattamente un anno fa, il varo del nuovo comitato di gestione dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico riconosceva ad Ancona la guida dei porti di Marche a Abruzzo. Al presidente Rodolfo Giampieri e al suo comitato di gestione, dopo mesi di battaglia politica in cui il porto di Ancona sembrava destinato ad essere ridimensionato ad una succursale di Ravenna, è stata consegnata una infrastruttura diffusa lungo 215 chilometri di costa del centro Italia. Ma solo oggi arriva l’interpretazione autentica della legge, che gela il Comune: amministratori pubblici, sindaci o assessori sono incompatibili e vanno di fatto ritenuti decaduti. E’ il caso dell’assessore Simonella. A tirare fuori il parere del Ministero delle Infrastrutture sono la senatrice M5S Donatella Agostinelli e il consigliere comunale Andrea Quattrini. Parere del direttore generale dei porti, Mauro Coletta, datato 19 marzo, in risposta ad un quesito dell’associazione delle autorità portuali, Assoporti.

L’assessore al Porto, Ida Simonella. Accanto, il presidente dell’Adsp, Rodolfo Giampieri

L’Assoporti prende spunto dalle modifiche nelle nomine introdotte dal decreto legislativo 232 del 13 dicembre 2017 e chiede al Mit di spiegare quali siano le cause di decadenza dei componenti dei comitati di gestione delle autorità portuali e quali nomine invece siano al riparo da incompatibilità. Coletta, nella sua risposta pubblicata dal M5S, è chiaro: vanno considerati decaduti, in quanto componenti di organi di indirizzo politico, i sindaci, gli assessori e i consiglieri di Regioni e Comuni. Regola che vale per l’assessore comunale al porto Ida Simonella, che siede nel governo dell’authority di Marche e Abruzzo al fianco del presidente Rodolfo Giampieri, dell’ingegnere Giulio Piergallini per conto della Regione Marche, dell’ex senatore Tommaso Coletti per la Regione Abruzzo, dell’ingegnere Raniero De Angelis per il porto di Pesaro, dell’ammiraglio Rinaldo Veri per il porto di Pescara, e del comandante della Capitaneria di porto di Ancona, l’ammiraglio Enrico Moretti.

Donatella Agostinelli

“Il direttore generale dei porti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Mauro Coletta, ha ritenuto che l’assessore Ida Simonella è “decaduta” dal Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale – commentano Agostinelli e Quattrini -. In questa occasione non si tratta di una “corrispondenza privata”, come è avvenuto per la vicenda tragicomica dell’uscita a ovest, quando l’allora responsabile ministeriale (lo stesso Coletta) scriveva all’assessore Simonella lettere personali. Speriamo che in questa occasione si sia premurato almeno di avvisarla per tempo in modo da consentire al Comitato di Gestione di riunirsi in piena legittimità e per permettere al presidente Giampieri di nominare il nuovo componente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X