facebook rss

Testa alla prossima stagione,
ma in campo c’è ancora fame:
l’Anconitana festeggia al Del Conero

CALCIO - La certezza matematica della promozione non arresta i biancorossi che vincono contro Staffolo 2 a 0 grazie al solito Mastronunzio, lanciato verso il record di 100 reti con la maglia dell'Ancona. Fuori dal campo, la società lavora per il doppio salto di categoria e approdare direttamente in Eccellenza, per scontare un altro anno di purgatorio
domenica 15 aprile 2018 - Ore 20:47
Print Friendly, PDF & Email

I biancorossi oggi al Del Conero con la maglietta celebrativa con la scritta “Siamo venuti via” per festeggiare il passaggio in Promozione

di Giuseppe Giannini

L’Anconitana festeggia nel proprio stadio al piccolo trotto e vince 2-0 contro lo Staffolo. Davanti al pubblico anconetano la squadra gioca e onora la partita ma è una copia sbiadita del team invincibile che ha dominato in campionato. Non potrebbe essere altrimenti dopo che la scorsa settimana al Carotti di Jesi ha festeggiato la promozione matematica. Ad ogni modo dietro si rischia poco o niente e in mezzo al campo i dorici comandano. Ma davanti si fa più fatica a trovare il killer instinct. Che non ha perso capitan Mastronunzio. Il bomber nella ripresa sblocca il risultato e firma il gol numero 29 in campionato. A cinque giornate dal termine alla Vipera mancano 13 reti al traguardo dei 100 gol in biancorosso. Ci saranno poi le due partite per il titolo regionale di Prima Categoria. Insomma il Capitano ha ancor 630 minuti in stagione per raggiungere l’obiettivo. Se non andrà così, ci sarà tempo nel prossimo campionato. In Promozione o in Eccellenza ancora non lo si può dire anche se dal Comitato regionale hanno già indicato che l’unica strada per il doppio salto è la fusione con un’altra società che abbia già diritto a disputarla e che sarà disposta a scomparire. Ma anche uno switch con un club disposto a cedere il titolo e a scambiarsi di categoria rende ancora possibile l’approdo dei dorici nel campionato di Eccellenza. Intanto sul campo perfeziona il risultato Pucci servito, neanche a dirlo, dal solito Mastronunzio.
Per il resto la gara odierna non da’ altri spunti davvero interessanti. L’Ancona vince facile ma comprensibilmente non ha la bava alla bocca. Anche se sa bene che non può permettersi brutte figure nel proprio stadio. E ci mancherebbe. Glielo hanno ricordato la scorsa settimana mister Lelli e il presidente Marconi dalla sala stampa del Carotti. Ma forse non c’è ne era bisogno perché al di là dei valori tecnici gli uomini della ripartenza hanno sicuramente una caratura morale ben differente da quelli che hanno vivacchiato la scorsa stagione sotto al Guasco. Una delle peggiori annate di sempre. E non solo dal punto di vista sportivo.
Ecco perché diventa un piacere seguire questa squadra anche in Prima Categoria. Perché c’è ancora la possibilità di raggiungere i 95 punti e fissare un altro record e poi andare a vincere il titolo regionale. E c’è sempre da giocare la ‘partita’ per il doppio salto.
In quella al Del Conero contro lo Staffolo invece mister Lelli fa esperimenti con Pucci terzino destro e sugli esterni del tridente schiera Bartoloni e Cardoso con Mastronunzio punta centrale. Le uniche occasioni degne di nota nella prima frazione sono un tiro spettacolare da centrocampo di Pucci respinto da Carotti ed un bel colpo di testa di Mandorino finito di poco a lato. Troppo poco. E lo Staffolo attento e ordinato esce indenne dopo i primi 45 minuti. Ma nella ripresa ci pensa Mastronunzio con un gol ed un assist. Al 23′ sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla destra la palla arriva alla Vipera che irrompe sul secondo palo e incorna in porta. Poi al 43′ scatta sul filo del fuorigioco e raccoglie sulla destra. Entra in area e dal fondo serve Pucci che a due passi dalla porta spedisce in rete di piatto. Partita chiusa e altri tre punti in cassaforte. I cannibali di mister Lelli hanno ancora fame di vittoria. Ma come dice il proverbio: l’appetito vien mangiando. E fino a questo momento i dorici hanno lasciato per strada giusto le briciole.

ANCONITANA    2

STAFFOLO         0

ANCONITANA (4-3-3): Lori sv; Pucci 7,5, Colombaretti 7, Della Spoletina 6,5, Polenta 6,5 (45′ st Cesaroni sv); Strano 6,5 (43’ st Matteo Fabrizi sv), Marengo 6,5, Mandorino 6,5; Bartoloni 6,5 (37’ st Amedeo Massei 6), Mastronunzio 8, Fernandes Cardoso 6,5 (15’ st Brasili 6,5). A disp. Ruspantini, Apezteguia.

All. Lelli 7,5

STAFFOLO (4-4-2): Carotti 6,5; Cesarini 6, Stefano Massei 5,5, Maccioni 5.5, Scattolini 5,5; Cecati 5, Magini 5,5 (34’ st Tangherlini sv), Piersanti 5 (22’ st Polzonetti 5); Graziosi 5,5 (37’ st Gobbi), Martarelli 5,5 (22’ st Luca Fabrizi 5), Brugiatelli 5,5 (34’ st Yapi sv). A disp. Tomassoni, Conte.

All. Massaccesi 6

ARBITRO: Bara di Macerata 6

RETI: 23’ st Mastronunzio, 43’ st Pucci.

NOTE: spettatori 800 circa, di cui 251 paganti; ammoniti Cecati, Pucci; corner 5-1; recuperi 1’ pt e 3’ st.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X