facebook rss

Il cardinale Menichelli,
anconetano ad honorem
«Qui ho scoperto una città solidale»

ANCONA – Al vescovo emerito il conferimento della cittadinanza onoraria. Lavoro, carità e incontro con gli altri al centro del pensiero di “don Edoardo”. «Non conoscevo Ancona, sono stato accolto da una rete di amicizia e simpatia. Ringrazio di avermi fatto entrare in modo stabile nella sua storia»
Print Friendly, PDF & Email

Il cardinale Menichelli con il sindaco di Ancona e il sindaco di San Severino

Da sinistra, monsignor Spina, sindaco Mancinelli, cardinale Menichelli, il presidente del Consiglio comunale Simone Pelosi

 

Don Edoardo, come lo chiama il sindaco Mancinelli, ci tiene a citare tre momenti dei suoi 13 anni di episcopato. Tre momenti simbolo che rappresentano l’apertura verso gli altri, la dignità del lavoro e la carità. Tre insegnamenti, che il vescovo emerito porta in dona per ringraziare della cittadinanza conferita. Da oggi il cardinale Edoardo Menichelli è cittadino onorario di Ancona. “Non conoscevo Ancona. Ho scoperto una città che accoglie nella sua rete di amicizia e simpatia. Una città con tanti segni di solidarietà. Ringrazio di avermi fatto entrare in modo stabile nella sua storia, lo faccio con gioia e senso di responsabilità”. Nel pomeriggio a Palazzo degli Anziani si è tenuta la cerimonia di conferimento della cittadinanza da parte del sindaco, che ha raccolto la proposta approvata all’unanimità dal Consiglio comunale, alla presenza dell’arcivescovo monsignor Angelo Spina e delle autorità, tra cui il sindaco di San Severino, città natale di Menichelli. Sul maxi schermo della sala consiliare scorrono alcuni scatti che riassumono i 13 anni che dal 2004 al 2017 hanno reso Menichelli un anconetano a tutti gli effetti. Campeggia su tutti la visita di Papa Benedetto XVI per il Congresso Eucaristico. Un evento che “Ancona non vedrà mai più”, sottolinea Menichelli. Erano i giorni caldi della crisi Fincantieri del 2011, Menichelli ricorda l’intuizione di svolgere la messa con il Santo Padre proprio nell’area del cantiere, presenti gli operai, con tanto di striscione affisso al Duomo e l’ad Fincantieri Bono tra le autorità. Sarebbe diventato il Congresso Eucaristico del lavoro, con i lavoratori e i poveri invitati al pranzo con il Papa.

Il cardinale Menichelli e l’arcivescovo Spina

“Non passava giorno senza che gli operai sfilassero sotto le mie finestre e io ho camminato con loro per chiedere risposte. Non potevo essere spettatore insensibile. Oggi mi dicono che Fincantieri ha commesse. Fortuna? Furbizia? Vi dico: quando dovete fare qualcosa di importante, abbandonate un po’ di prudenza, e affidatevi di più alla provvidenza” ha ricordato con una punta di ironia Menichelli. Altro momento che il cardinale ha voluto ricordare è stato l’invito, dell’allora sindaco Sturani, di presentarsi all’Anpi, per la camera ardente del comandante Ferro, Emilio Ferretti nel 2007. Il partigiano simbolo, che nemmeno aveva voluto il funerale religioso. Davvero inusuale allora vedere arrivare l’arcivescovo alla sede di via Palestro. “Mi ha aperto una storia, e la città si è aperta nei miei confronti. Quando incontri le persone non devi chiedere la carta d’identità” ha spiegato Menichelli. Infine, la carità e la solidarietà. “Ancona è una città con tanti segni di solidarietà, tante associazioni” sottolinea il cardinale, che non ha mancato di ricordare quando nel 2014 si aprì il dibattito sul trasferimento della mensa di Padre Guido dal centro. “A chi me lo chiese dissi: dovete passare su di me per spostare la mensa”. “Il conferimento della cittadinanza non è un passaggio formale, né retorico, ma un gesto dei più veri per riconoscere l’empatia della città nei confronti di don Edoardo” ha commentato il sindaco Valeria Mancinelli. “Al mio ingresso in diocesi ho detto a sua eminenza che non avrebbe nemmeno dovuto bussare, perché questa è casa sua. Mi rende felice vedere questo comune sentire anche da parte delle autorità civili” ha aggiunto l’arcivescovo Angelo Spina.

(foto Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X