facebook rss

Salta la tassa di soggiorno,
la Confcommercio:
“Prima entriamo nella rete turistica”

FABRIANO - Confcommercio Marche Centrali plaude alla decisione del Comune di Fabriano di sospendere l'attuazione per il momento della tassa di soggiorno. Si riserva di "approfondire, con il coinvolgimento degli operatori stessi, l’eventuale sviluppo futuro della questione"
Print Friendly, PDF & Email

Fabriano

Il Comune di Fabriano ha deciso di non attuare l’inserimento della tassa di soggiorno, votata invece nell’ultimo bilancio di previsione pluriennale lo scorso marzo. Tante le polemiche che la decisione aveva sollevato, prima quella di Federalberghi Marche e poi quella di Confindustria Fabriano che l’aveva definita un “ennesimo balzello” per le imprese, gli operatori delle quali sono i primi ‘viaggiatori’ a frequentare Fabriano per lavoro. Arriva il plauso di Confcommercio Imprese per l’Italia Marche Centrali e degli operatori del settore alberghiero fabrianese per la decisione dell’amministrazione. “Le argomentazioni già portate al tavolo di discussione meritano una riflessione ulteriore; in questa fase transitoria il tavolo aperto con l’amministrazione comunale ha un ruolo molto importante perché ha la possibilità di valutare con maggiore capacità di analisi le eventuali attività da porre in atto per valorizzare turisticamente il territorio”, sostiene Confcommercio. Già il sindaco Santarelli aveva evidenziato un parziale dietro-front, riservandosi di trovare “un accordo con le parti interessate”, con gli operatori commerciali e turistici locali, insomma, con i quali aveva avviato una serie di incontri.

Punta sul turismo come volano la confederazione delle Marche Centrali, puntando su “una diversificazione economica dell’area montana che è determinante per il futuro del territorio”.”Per questo è necessario – continua la nota –  in primis dotarsi di una precisa collocazione di mercato con l’inserimento nei cluster di marketing commerciali più consoni tra quelli individuati dalla Regione Marche anche al fine di caratterizzare e rendere facilmente individuabile al turista la nostra zona sfruttando gli effetti della promozione regionale. Attraverso un percorso virtuoso che coinvolgerebbe gli operatori del settore, sarebbe indispensabile inoltre calendarizzare iniziative collegate ad arte, natura e sport che siano in grado di portare numeri in termini di presenze a favore di tutto il sistema turistico territoriale”.
“Queste ed altre proposte – afferma infine la nota – sono state sviluppate nei recenti incontri con l’amministrazione comunale e con il sindaco di Fabriano nel corso dei quali si è manifestata un’importante disponibilità a collaborare da parte degli operatori e della rappresentanza di Confcommercio Marche Centrali”.

A Fabriano arriva la tassa di soggiorno, la misura nel Bilancio di previsione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X