facebook rss

Giro di hashish e cocaina,
scarcerati i tre finiti in manette

INDAGINE - Il gip, durante l'udienza, di convalida, ha optato per una misura cautelare meno severa, applicando gli arresti domiciliari per il trio ammanettato domenica sera dai carabinieri di Osimo con l'accusa di aver allestito un giro di spaccio da almeno 40 mila euro mensili
Print Friendly, PDF & Email

La droga sequestrata

 

Traffico di droga da almeno 40 mila euro al mese, scarcerati i tre presunti pusher arrestati nella serata di domenica dai carabinieri della Compagnia di Osimo. Per il gruppetto l’udienza di convalida si è tenuta questa mattina. Il giudice ha convalidato gli arresti e disposto per i tre, un 35enne di Castelfidardo, un 46enne residente a Civitanova e un 37enne residente a Recanati, il regime degli arresti domiciliari. Stando alle accuse, il gruppetto – con la complicità della compagna del 35enne per cui è scattata la denuncia dato che si trova al nono mese di gravidanza – avrebbe allestito un maxi giro di spaccio di cocaina di hashish, rifornendo le zone di Osimo, Castelfidardo e alcuni comuni del Maceratese. Per la procura tra i clienti ci sarebbero stati anche alcuni minorenni. Un fatto da cui gli indagati hanno preso le distanze, rigettando anche le accuse di spaccio di stupefacenti. L’operazione dei militari di Osimo è scattata domenica sera ed ha portato al sequestro di circa sette etti di hashish e alcune dosi di cocaina pronte per essere spacciate. Il 35enne è assistito dal legale Paolo Mengoni, gli altri due indagati dall’avvocato Michele Pagano.

Spaccio agli adolescenti, tre finiscono in manette

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X