facebook rss

Franco Cardini e Alberto Maggi
aprono il cartellone estivo
di Palazzo Campana

OSIMO - Il giornalista Rai Vincenzo Varagona modererà la conversazione tra lo storico medievalista italiano e il teologo e biblista. Insieme discuteranno del paragone tra i due Francesco
Print Friendly, PDF & Email

Palazzo Campana

Sabato 7 luglio alle ore 21.15 nella suggestiva location del cortile interno di Palazzo Campana di Osimo si inaugura la programmazione estiva promossa dall’Istituto Campana per l’Istruzione Permanente con un’imperdibile conversazione tra lo storico Franco Cardini e il biblista Alberto Maggi su “San Francesco e Papa Francesco”. Le proposte culturali del campana si intrecciano e sono inserite tra gli eventi del cartellone di ‘Osimo Estate’. Lo storico medievalista italiano, una delle figure più dotte e autorevoli del panorama intellettuale contemporaneo e il seguitissimo teologo e biblista, frate dell’Ordine dei Servi di Maria e direttore del Centro Studi Biblici “Giovanni Vannucci” di Montefano, discuteranno del paragone tra i due Francesco, mettendo in luce i parallelismi e le inevitabili differenze tra la proposta cristiana del santo medievale e la risposta rivoluzionaria di Bergoglio, il primo Papa venuto dal subcontinente americano e il primo a rompere la tradizione di assumere sempre il nome di un predecessore, scegliendo appunto quello del Povero di Assisi.

Pur da angolazioni diverse Cardini e Maggi si sono occupati del tema in svariati articoli, pubblicazioni, riflessioni: l’incontro al Campana sarà occasione eccezionale per ascoltare le due autorevolissime voci a confronto e per riflettere di teologia e storia, ma anche dei cambiamenti demografici, sociali, politici della modernità occidentale. La conversazione sarà moderata da Vincenzo Varagona, scrittore e giornalista Rai, caposervizio della Tgr Marche, da quasi un trentennio perno della comunicazione cattolica all’interno della sede marchigiana. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Osimo Estate tra concerti rock, shopping e percorsi urbani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X