facebook rss

Operaio in vacanza a Rimini,
muore per overdose
di eroina: è caccia al pusher

RIMINI - Inutili i soccorsi per salvare la vita all'uomo, ospite a casa di amici. Disposta l'autopsia sul corpo dell'operaio di 54 anni originario di Cupramontana e sequestrato il suo cellulare per ricostruire la rete di contatti delle sue ultime ore di vita
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Era in vacanza a Rimini, ospite di alcuni amici. Ma proprio mentre era nella loro casa ha avuto un malore che gli è stato fatale. Inutili i tentativi di soccorso da parte dei sanitari del 118, per l’uomo non c’è stato nulla da fare. La vittima è un 54enne originario di Cupramontana, di professione operaio, stroncato da un malore per sospetta overdose di eroina. Il decesso è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì, in un appartamento in via Matteotti a Rimini, dove l’operaio era ospite di amici. Sono stati gli amici della vittima a lanciare l’allarme al 118, facendo scattare la macchina dei soccorsi, ma purtroppo quando i sanitari sono intervenuti sul posto e hanno cercato di rianimare il 54enne, non c’è stato nulla da fare. Il cuore aveva già smesso di battere, irreversibilmente. Il medico del 118 ha potuto solo constatare il decesso. Del caso si sta occupando la Polizia di Rimini. Nella stanza della vittima gli agenti hanno rinvenuto tracce di stupefacente, che è stato sequestrato insieme al cellulare dell’uomo per ricostruire la rete di contatti nelle sue ultime ore di vita e magari risalire a chi ha ceduto la dose letale. Il magistrato ha disposto l’autopsia per accertare le cause della morte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X