facebook rss

Nuovo spezzone
di pista ciclabile,
lavori al via ad agosto

OSIMO -Gli 'Amici della pista ciclabile' ieri mattina ricevuti a palazzo comunale dal sindaco e assessori. L'intervento per connettere all'anello il prolungamento del tratti di percorso dal Parco Astea Verdenergia avrà la durata di circa 60 giorni
Print Friendly, PDF & Email

La riunione a palazzo comunale tra gli Amici della Pista ciclabile, il sindaco di Osimo e alcuni assessori

Molti punti all’ordine del giorno hanno animato l’incontro di ieri mattina tra gli ‘Amici della Ciclabile’ Angela Olsaretti, Palmiro Possanzini e Piero Tavoloni, e la giunta comunale con il sindaco Simone Pugnaloni e il vice comandante della Polizia Municipale Danilo Vescovo. “Il prolungamento dal Parco Astea Verdenergia alla ciclabile, già in progetto negli anni passati, vedrà l’inizio dei lavori entro il mese di agosto ed avranno la durata di circa 60 giorni, salvo variazioni. – psiega Angela Olsaretti – Per quanto riguarda via Molino Giri, ci è stato ribadito che il tratto in questione è nell’elenco delle asfaltature, ma le priorità non ne permettono la realizzazione immediata, seppur trattasi di poche centinaia di metri come ribadito dal sig. Tavoloni; abbiamo chiesto anche l’asfalto per l’area adiacente al ponte del Fiumicello. Il laghetto comunale versa in condizioni precarie e abbiamo suggerito, almeno, di metterlo in sicurezza ripristinando la rete perimetrale, ormai deteriorata in molti punti. Inoltre interventi ben più importanti andrebbero effettuati per la salvaguardia dell’ambiente e dello specchio d’acqua stesso. Il taglio dell’erba e delle canne lungo il percorso andrebbe effettuato prima di ferragosto, mentre lo sgombero di alcune spiaggiole ,dagli alberi caduti, ha reso facile l’accesso al fiume in tutta sicurezza”.

Tra le promesse che sono state ribadite ieri mattina dagli amministratori comunali la pulitura dei fossi di scolo lungo i crinali delle colline a ridosso dei terreni confinanti, “mentre la potatura degli alberi l’abbiamo chiesta anche per la parte di ciclabile che parte dai laghetti di Campocavallo. – ricorda la Olsaretti – Infine vanno ripristinati la segnaletica verticale per segnalare la curva a ridosso del ponte dei laghetti, nonché il divieto di sosta proprio nello stesso punto, difronte alla casetta de ‘gli Amici di Pantani’, per evitare che i mezzi agricoli trovino ostacoli al loro passaggio. Abbiamo chiesto le strisce al parcheggio disabili, poiché puntualmente viene occupato da chi non ne ha titolo e ricordiamo che tale diritto è una necessità e non un privilegio. Abbiamo un lampione fulminato vicino alla fontanella e una richiesta di mettere una struttura fissa per lo stretching all’inizio del percorso. Soprattutto abbiamo richiesto una maggiore sorveglianza di tutto il territorio in cui ricade la ciclabile, che ci dicono auspicabile coinvolgendo anche la polizia provinciale e le altre forze dell’ordine sul territorio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X