facebook rss

Rapina alle Poste del Pinocchio,
la polizia mette in fuga il rapinatore

ANCONA – L'allarme scattato attorno alle 12.35, il tempestivo intervento delle volanti ha fatto desistere il bandito solitario, scappato a mani vuote
Print Friendly, PDF & Email

 

Tenta la rapina alle Poste del Pinocchio, ma l’allarme antirapina e l’intervento a sirene spiegate delle volanti della questura mettono in fuga il rapinatore. E’ successo attorno alle 12.35, quando un uomo armato di pistola aveva intimato ai cassieri la consegna del denaro. I dipendenti delle Poste sono riusciti però a lanciare l’allarme alla polizia, che è intervenuta tempestivamente. Al suono delle sirene, il bandito si l’è data a gambe, senza riuscire a strappare nemmeno un centesimo dallo sportello. Nessun ferito né violenze sui dipendenti e sui clienti in coda in quel momento all’ufficio postale, ma tanta paura per aver assistito alla scena. Il lavoro della polizia continua a tutto campo per rintracciare il rapinatore. E’ la terza rapina in poco più di un anno e anche in passato lo sportello era stato preso di mira numerose volte dai banditi. La dinamica sempre la stessa, con i rapinatori che fuggono a piedi, lo scorso novembre il colpo era andato a vuoto perché i dipendenti si erano rifiutati di consegnare il denaro al bandito solitario e disarmato. Poco meglio era andata ai malviventi nel marzo 2017, quando la coppia di rapinatori riuscì a fuggire con appena 700 euro di contanti. La posizione decentrata e la possibilità di darsi alla fuga nelle stradine tra via della Montagnola, via Maggini e via della Madonnetta fanno della filiale del Pinocchio uno degli obiettivi preferiti e più semplici per i rapinatori.

(foto Giusy Marinelli)

«Fuori i soldi» Ma le cassiere non ci cascano Il bandito fugge a mani vuote

Rapina alle poste del Pinocchio, fuggono con 700 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X