facebook rss

Rischio crolli della falesia,
vigili urbani e Guardia costiera
sgomberano la spiaggia

SIROLO – Militari e polizia municipale a sorpresa sul litorale per far rispettare il divieto di balneazione e stazionamento lungo uno dei tratti più pericolosi del Conero. Allontanati decine di bagnanti. Il sindaco Misiti: «Regola non punitiva, ma per la tutela della pubblica incolumità»
domenica 5 agosto 2018 - Ore 15:38
Print Friendly, PDF & Email

I controlli in spiaggia di polizia municipale e Guardia costiera

La spiaggia affollata, come si è presentata questa mattina all’arrivo dei militari e della polizia municipale

 

Falesia del Conero a rischio crolli e frane, arrivano polizia municipale e Guardia costiera a sgomberare la spiaggia dai bagnanti. Il controllo a sorpresa è scattato questa mattina nel tratto finale della spiaggia di San Michele – Sassi Neri del Comune di Sirolo, affollata come sempre dagli aficionados del litorale libero e selvaggio del monte Conero. Militari e vigili urbani sono intervenuti insieme per ricordare a tutti il divieto di balneazione e stazionamento in quel tratto di costa, a rischio crollo e frana. Decine di bagnanti sono stati perciò fatti allontanare dal tratto di “zona rossa”. L’intervento è stato sollecitato dal Comune di Sirolo per far rispettare l’ordinanza sindacale che vieta il transito e lo stazionamento in quel tratto pericoloso di costa. Il sindaco Moreno Misiti, commentando il ‘blitz’, parla di rispetto del divieto, “che non ha fini punitivi e che è posto a tutela della pubblica incolumità”. Dall’inizio della stagione estiva sono stati già diversi infatti i casi di frane e crolli registrati lungo la riviera del Conero, dallo scoglio del Trave fino a Sirolo. Il più importante è avvenuto domenica 3 giugno, quando alcuni massi si sono staccati dalla falesia tra la spiaggia del Frate di Numana e spiaggia Urbani a Sirolo, alzando un polverone. Anche questo tratto è conosciuto da anni per la sua pericolosità e perciò oggetto di divieto di balneazione, ma nonostante i divieti era affollato, come ogni domenica estiva, dai bagnanti. Solo per un caso nessuno è rimasto coinvolto in quell’episodio.

Frana alla spiaggia del Frate, la Guardia costiera: «Il rispetto delle regole fa la differenza»

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X