facebook rss

Laghetti del Passetto, il terreno frana:
aumentano costi e tempi

ANCONA – Cantiere bloccato per il cedimento del sottosuolo al di sotto delle vasche. Lavori imprevisti, la fine dell'intervento è rinviata a fine novembre
Print Friendly, PDF & Email

L’allestimento del cantiere

 

Lavori imprevisti per la riqualificazione del Passetto, servono 30 giorni in più per concludere le opere e 33mila euro di costi aggiuntivi. La variante all’appalto è stata decisa in questi giorni dal Comune, il cantiere si doveva concludere il 18 ottobre da contratto, ma il termine sarà posticipato di un mese. Il motivo? Nel compiere le demolizioni e la pulizia del verde, la ditta incarica, l’impresa Procaccia, ha rilevato che le radici delle piante avevano compromesso i muretti di contenimento delle vasche dei laghetti e anche il terreno sottostante alle vasche non corrispondeva ai risultati della prima perizia geologica. Il terreno è risultato più cedevole del previsto, dalla nuova perizia geologica è emersa quindi la necessità di rivedere il progetto con fondazioni più solide, di qui l’aumento dei costi di 33mila euro rispetto agli iniziali 418mila euro con cui la ditta si è aggiudicata la gara con massimo ribasso.

Una foto storica del 1978 dei laghetti del Passetto

Bisognerà aspettare perciò fino al 17 novembre per vedere conclusi gli interventi che prevedono il cambio di pavimentazione in tutto il parco, l’installazione dei nuovi giochi per bambini al posto di quelli rovinati, il taglio degli alberi malati e la sostituzione con nuove piante, il ritorno dei cosiddetti laghetti con soluzioni ecologiche e una vegetazione scelta ad hoc per evitare il proliferare degli insetti.  Un piano che nel complesso vuole riportare l’area della piscina del Passetto alla sua cartolina degli anni ’70, dopo aver rimesso in sesto la pista di pattinaggio, la zona della pineta e dell’ascensore.

 

Laghetti del Passetto, via ai lavori di restyling

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X