facebook rss

Leu sui soldi della Regione a CL:
«Non si fa così occupazione»

MEETING DI RIMINI - Dopo le critiche del M5s anche Mdp Art 1 interviene sulla scelta di stanziare 95 mila euro per uno stand delle Marche all'evento
Print Friendly, PDF & Email

Il “Meeting per l’amicizia fra i popoli” di Comunione e Liberazione che si apre domenica prossima a Rimini per la 39esima edizione ha acceso una forte polemica politica nelle Marche a causa della devisione della Regione di aderire un suo stand all’evento stanziando 95 mila euro per la partecipazione di studenti marchigiani nell’ambito dell’alternaza scuola alvoro.   Dopo le reazioni critiche del M5stelle (leggi) interviene anche Articolo 1 Mdp Leu con una nota di Massimo Montesi:  «Sono stati invitati i dirigenti delle scuole di II grado a dare la disponibilità di animare con gli studenti stand e tavole rotonde e che tale attività sarà da intendere quale momento particolare del loro progetto di alternanza scuola-lavoro.

Massimo Montesi

Sulla scelta di aderire ad un meeting così particolare e, si consenta di dirlo: di parte; ci sono forti perplessità. Se anche si fosse pensato, al di là dei soggetti organizzatori, che potesse questo essere uno scenario al quale non si può non partecipare, la realtà è purtroppo che non sono questi gli appuntamenti regionali o nazionali che contribuiranno ad innalzare l’occupabilità dei giovani e del sistema economico regionale. Così come sull’impiego di risorse non banali. Una seconda questione che solleva la delibera e che non convince affatto è sull’uso dello strumento dell’alternanza scuola lavoro. Non è chiaro cosa dovrebbero fare questi ragazzi, 250 divisi per 50 ogni Provincia, animare gli stand? partecipare alle tavole rotonde? Quale coerenza e continuità può avere questa attività con il percorso formativo svolto? E in più, quale progetto educativo sta alla base di tale attività? Non sembra affatto questa l’alternanza scuola-lavoro. Sarebbe bello che la delibera non contenesse quanto descritto, e utile che ci siano delle mohttps://www.cronacheancona.it/2018/08/14/e-bufera-sullo-stand-della-regione-marche-al-meeting-di-cl-sinistra-italiana-studenti-richiesti-per-lavorare-gratis/118878/difiche. In Consiglio Regionale si aspettano delle risposte».

Il Meeting di Rimini venne organizzata per la prima volta nel 1980 per volontà del presidente di Comunione e Liberazione Don Giussani. L’evento attira per una settimana tutti i più importanti attori politici ed economici del paese, che discutono dei temi più “caldi”: dall’economia alla cultura, dalla musica allo sport, passando ovviamente per la politica. Il Meeting di Rimini si svolge nei padiglioni di Rimini Fiera. È ispirato alla visione del mondo cattolica, in particolare a quella conservatrice di Comunione e Liberazione e delle sue “diramazioni”: la Compagnia della Opere – una sorta di Confindustria cattolica che conta decine di migliaia di imprese in tutto il mondo, e infine il cosiddetto “Gruppo Adulto”, laici che fanno voto di castità e confrontano costantemente le loro scelte – anche politiche – con dei sacerdoti.

Bufera sullo stand della Regione Marche al Meeting di CL, Sinistra Italiana: “Studenti richiesti per lavorare gratis”

https://www.cronacheancona.it/2018/08/11/regione-al-meeting-di-cl-con-i-ragazzi-dellalternanza-gli-studenti-scrivono-a-ceriscioli-ritiri-la-delibera/118421/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X