facebook rss

Occupazione, Liste civiche:
“Serve un’agenzia del lavoro”

OSIMO - In vista dell'appuntamento elettorale delle Amministrative 2019, i movimenti di Dino Latini rilanciano il progetto abbozzato durante i precedenti mandati al governo della città. "Sarà utile per aiutare giovani, inoccupati e disoccupati a trovare un posto di lavoro, senza raccomandazioni o altre scorciatoie da “posto fisso'" sostengono
Print Friendly, PDF & Email

Sala Gialla, i banchi con i consiglieri comunale delle liste civiche (minoranza)

l’ex sindaco di Osimo, Dino Latini (liste civiche)

“Dopo il nostro comunicato di ieri sulle assunzioni all’Astea, siamo stati subissati da cittadini e dipendenti che ci hanno narrato le loro odissee, i retroscena, i prescelti e le esclusioni ingiustificate, al riguardo di società e pubblica amministrazione, significandoci la loro vicinanza e solidarietà per aver dato voce a un sentimento comune”. Le Liste siviche di Dino Latini tornano ad attaccare le politiche della maggioranza del sindaco Simone Pugnaloni (Pd). “Molti ci hanno raccontato di quelli che saranno i prossimi assunti, della baldanza degli stessi e dei funzionari incaricati di esaminarli, della non necessità di certi incarichi, chiedendo un cambiamento profondo per il futuro. Il rischio è di avere uno straordinario peso economico di personale sulle spalle degli osimani, che graverà per anni su tutti senza una pari resa di servizi pubblici”. I movimenti civici, come tutti i partiti osimani, si preparano alla prossima campagna elettorale per le Amministrative della primavera 2019 e rilanciano un progetto che avevano avviato nel corso delle legislature al governo della città. ” Senza scagliare la prima pietra, un radicale mutamento delle assegnazioni dei posti di lavoro effettivamente necessari andrà fatta – sottolineano nella loro nota stampa –  Un mutamento che tenga conto non solo di un metodo imparziale per tutti, ma di un sistema di garanzia dei modi di selezione. Il vero obbiettivo è quello di ricostituire una agenzia di lavoro che aiuti tutti i giovani, inoccupati e disoccupati a trovare un posto di lavoro, senza raccomandazioni o altre scorciatoie da “posto fisso”. Per ora abbiamo segnalato tutte le denunce ricevute a chi di competenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X