facebook rss

Ecco il nuovo comandante
provinciale dei carabinieri:
«Nessun allarme sicurezza»

ANCONA - Si è insediato ufficialmente venerdì il colonnello Cristian Carrozza dopo i saluti di Stefano Caporossi. Originario di Sulmona, 50 anni, tre figli, il neo dirigente viene da Roma, dall'Ufficio Personale della Legione Carabinieri Lazio. «I delitti in provincia sono in calo, la situazione è sotto controllo».
Print Friendly, PDF & Email

Cristian Carrozza

 

«Ho avuto un’ottima impressione della realtà anconetana. In tutta la provincia i delitti sono diminuiti e non ci sono fenomeni che fanno presupporre la presenza della criminalità organizzata. La situazione è sotto controllo e monitorata constantemente». Sono le prime parole del colonnello Cristian Carrozza come comandante provinciale dei carabinieri. Il nuovo dirigente, che prende il posto del colonnello Stefano Caporossi, si è insediato ufficialmente venerdì. Questa mattina, la presentazione alla stampa. Cinquant’anni, sposato con tre figli, Carrozza viene da Roma dove dal 2013 alla settimana scorsa è stato a capo dell’Ufficio Personale della Legione Carabinieri Lazio. In precedenza aveva guidato il dodicesimo battaglione mobile “Sicilia” di Palermo ed era stato membro del consiglio di amministrazione della Cassa Ufficiali e di staff all’Ufficio del segretario generale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio. «La percezione di sicurezza − ha detto il colonnello − vacilla ma è una visione distorta della realtà perché i delitti sono in diminuzione rispetto allo scorso anno». In tutta la provincia, tra gennaio e agosto 2018 (rispetto al 2017) si è registrato un – 24,3% sui delitti in genere e un -25,8% per quanto riguarda i furti. «Non ci sono picchi particolari di rapine − ha continuato il colonnello − e non sono emersi fenomeni legati all’incursione della criminalità organizzata. Anche il fenomeno dell’immigrazione è sotto controllo, ma il faro e l’attenzione devono sempre rimanere alti. Per questo, e per dare una maggiore percezione di sicurezza, manderemo più pattuglie in strada, in mezzo ai cittadini».

Meno rapine e lotta allo spaccio, il colonnello Caporossi saluta Ancona (Video)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X