facebook rss

Bypass ferroviario di Falconara:
è polemica tra Lega e Forza Italia

FALCONARA - Il Carroccio organizza per domattina un presidio contro la grande opera. Cangini, senatore azzurro: «è solo una speculazione politica»
venerdì 5 Ottobre 2018 - Ore 18:38
Print Friendly, PDF & Email

Torna a far discutere il bypass ferroviario, grande opera considerata strategica a livello nazionale, ma che ha da sempre suscitato polemiche nel territorio. Questa volta, protagonisti di uno scontro a colpi di comunicati sono gli esponenti di Forza Italia e della Lega. Il gruppo regionale e quello comunale del Carroccio hanno organizzato per domattina – dalle 10 alle 12 – un presidio davanti alla stazione di Falconara Marittima «per dire no ad un intervento infrastrutturale impattante che prevede l’arretramento della linea ferroviaria per aggirare la raffineria Api. Come si possono spendere – si chiede la Lega – centinaia di milioni per velocizzare la rete ferroviaria adriatica e, contemporaneamente, spenderne altrettanti per rallentarla, dal momento che il treno non potrà viaggiare oltre i 130 km/h nei pressi di Falconara? A chi serve veramente quest’opera?»

 

Il gruppo annuncia inoltre una serie di iniziative «per cercare di fermare questa proposta scellerata del gruppo Rfi», bollate da Forza Italia come «un bluff in chiave quasi esclusivamente di speculazione politica. Probabilmente siamo in zona Cesarini e poco o nulla c’è ancora da fare – osservano il senatore azzurro Andrea Cangini, la capogruppo regionale Jessica Marcozzi e l’assessore comunale all’Urbanistica, Clemente Rossi -. L’amministrazione comunale di Falconara ha da sempre rimarcato la sua contrarietà all’opera, una misera ma costosissima deviazione di circa 4,5 km, che persegue solo l’obiettivo di dissestare il territorio, senza prevedere alcuna opera compensatrice a beneficio della città e dell’intera bassa valle dell’Esino».

L’inizio dei lavori tra il sito dell’ex Montedison e l’abitato di Villanova è previsto entro il mese di novembre e l’opera sarà realizzata dalla ditta Ricciardello, che si è aggiudicata l’appalto per 61,4 milioni di euro.

Bypass ferroviario, l’avvio dei lavori entro novembre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X