facebook rss

«Le case popolari?
Sono per i piccioni»

ANCONA – La lista civica Sessantacento denuncia lo stato di abbandono degli alloggi popolari di via Astagno. “Appartamenti lasciati vuoti, piccioni al posto degli anconetani in difficoltà. Nessuna tutela nemmeno della salute pubblica e del decoro”
Print Friendly, PDF & Email

Gli appartamenti vuoti, diventati rifugio per i piccioni

“Il Comune lascia vuoti interi appartamenti. Meglio farli invadere da colonie di piccioni che darli ad una famiglia bisognosa. Degrado, inefficienze, noncuranza e molta spavalderia amministrativa”. Così la lista civica Sessantacento del consigliere comunale Stefano Tombolini denuncia lo stato di abbandono degli alloggi popolari di via Astagno. Tombolini in campagna elettorale aveva lanciato la sua proposta per assegnare le case popolari in via prioritaria agli anconetani, oggi torna a battere sul tasto dell’edilizia popolare. “Gli appartamenti di via Astagno 29 (parte interna) sono abitati, da più di un anno, da numerosi volatili che li hanno trasformati in loro nidi – scrive in una nota la lista civica -. I residenti vicini si sono più volti rivolti al Comune e saltuariamente l’assessore Foresi è passato in visione ma nessuno si è preoccupato di intervenire. Probabilmente all’interno degli alloggi popolari vi saranno anche animali morti, oltre ad escrementi. Nessuna tutela della salute e dell’igiene dei cittadini, nessuna attenzione per il decoro urbano. Una beffa per tutti gli anconetani che attendono da anni una casa popolare”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X