facebook rss

“Carabinieri aiuto”, nonnina
si sente sola e accoglie
i militari con caffè e biscotti

DOPO LA TELEFONATA al 112, ieri pomeriggio la 86enne di Ancona che vive a San Lazzaro di Savena, ha chiesto alla pattuglia intervenuta per soccorrerla di restare a farle compagnia in assenza del figlio. Poi contenta ha raccontato la sua vita
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Chiama il 112 chiedendo l’intervento immediato dei carabinieri, ma quando i militari arrivano a casa dell’anziana, vengono accolti con biscotti e caffè. “Mi sentivo sola” avrebbe spiegato ieri pomeriggio alla pattuglia la 86enne originaria di Ancona, che vive a San Lazzaro di Savena. Il figlio della donna, che abita con lei, era fuori città da qualche giorno. I carabinieri hanno deciso di fermarsi per un po’ a parlare con la pensionata, per farle compagnia e tranquillizzarla. La donna, contenta, ha raccontato della sua infanzia e degli stenti vissuti durante la Seconda guerra mondiale e poi del marito, che l’ha lasciata vedova. I militari hanno poi preso contatti con il figlio della 86enne, rientrato poco dopo a casa per riabbracciare l’anziana madre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X