facebook rss

I militari eroi di Ancona
contro l’incursione austriaca,
l’omaggio di FdI

I MILITANTI di Fratelli d'Italia e di Gioventù Nazionale stamattina hanno deposto un tricolore e un manifesto sotto le targhe commemorative di Emilio Bianchi e dei finanzieri Carlo Grassi e Giuseppe Maganuco
Print Friendly, PDF & Email

ANCONA – Stamattina i militanti di Fratelli d’Italia e di Gioventù Nazionale hanno deposto un tricolore e un manifesto sotto le targhe commemorative di Emilio Bianchi, presso Palazzo degli Anziani, e i due finanzieri, presso la Mole Vanvitelliana, che fermarono un’incursione austriaca in occasione dell’anniversario dei 100 anni della vittoria della Prima Guerra mondiale. I militari eroi di Ancona che combatterono la Prima Guerra Mondiale sono la  medaglia d’oro al valor militare Bianchi, che colpito da una granata e con la gamba amputata sul Carso continuò a sostenere i suoi commilitoni al grido di “Viva l’Italia” e i due finanzieri, Carlo Grassi e Giuseppe Maganuco, che impedirono l’azione austriaca contro i Mas ormeggiati al Lazzaretto.

“Viviamo in una città che è stata in prima linea, nel bene e nel male, per la vittoria della grande guerra ed è nostro dovere ricordarlo ai troppi concittadini che non ne sono a conoscenza- ha detto Angelo Eliantonio, segretario comunale di Fratelli d’Italia – La nostra costa è stata decisiva per le incursioni navali contro la Marina austriaca, la prima vittima civile del conflitto fu un’anconetana, i Mas, le motosiluranti italiane, che affondarono la corazzata austriaca per il controllo dell’Adriatico salparono dal nostro Porto. La nostra storia è la nostra identità”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X