facebook rss

Esalazioni e proteste, l’Arpam:
«Nessuna criticità dalla raffineria»

FALCONARA - Ha dato esito negativo il sopralluogo eseguito ieri dopo le plurime segnalazioni arrivate dai cittadini, costretti a barricarsi in casa. I cattivi odori erano stati sentiti anche a Torrette
martedì 13 Novembre 2018 - Ore 16:51
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Esalazione di benzene a Falconara, nessuna criticità rilevata dall’Arpam. A rendere noto l’esito del sopralluogo eseguito ieri (12 novembre) alla raffineria, dopo le segnalazioni inoltrate dai cittadini, è stato lo stesso Comune tramite una nota, dove viene anche ribadita la necessità di approfondire i controlli. «In merito all’emergenza di ieri pomeriggio legata alle esalazioni segnalate dai cittadini, i tecnici dell’Arpam, sollecitati a intervenire dal Comune di Falconara, non sono potuti risalire alla causa del fenomeno, come emerge dal verbale del personale dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale. Il sopralluogo effettuato congiuntamente con gli agenti della polizia locale all’interno della raffineria Api non ha permesso di individuare criticità all’interno del sito. Il Comune di Falconara ha sollecitato Arpam ad approfondire i controlli riguardanti l’episodio di ieri e a mantenere una vigilanza stringente sul fenomeno che da tempo affligge la popolazione. Ha chiesto inoltre ai vertici dell’Agenzia di mettere a disposizione del Comune i dati sulla qualità dell’aria in tempo reale. Le emissioni odorigene possono non coincidere con picchi di concentrazione delle sostanze inquinanti rilevate dalle centraline esistenti, proprio per questo il sindaco Stefania Signorini sin da luglio ha chiesto alla Regione Marche di predisporre una normativa che regoli questo aspetto, come avvenuto in altre regioni italiane».

Ancora esalazioni: cittadini barricati in casa Odori fino a Torrette

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X