facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Sparisce dopo la condanna, ladro
catturato in un centro d’accoglienza

JESI - E' stato trovato mentre stava usufruendo della mensa di un'associazione di beneficenza. Mesi fa era stato condannato a quattro anni di reclusione per un furto avvenuto in un'azienda edile di Chieti
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Condannato, si dà alla latitanza per poi essere catturato all’interno di un’associazione benefica. Si sono splancate questa mattina le porte del carcere di Montacuto per un 51enne rumeno destinatario di una condanna a quattro anni di reclusione per un furto aggravato commesso nel gennaio 2015 a Chieti, presso una ditta di calcestruzzi. Nell’occasione, l’uomo era stato colto in flagranza di reato mentre tentava di svaligiare i locali dell’azienda. Lo straniero era già gravato da numerosi precedenti penali per furti in abitazione aggravati, ricettazione delle refurtive ed invasione di terreni ed edifici, tutti reati predatori contro la proprietà privata. I poliziotti della Squadra Mobile di Ancona, Sezione Furti e Rapine e del Commissariato di Jesi, dopo numerose ricerche, lo hanno intercettato mentre si trovava  nella sede di una nota associazione di beneficenza dove l’uomo andava sistematicamente a mangiare. Dopo averlo catturato mentre si trovava nella mensa dell’istituto, i poliziotti lo hanno condotto dapprima in questura per il fotosegnalamento e, successivamente, come disposto nel provvedimento restrittivo, lo hanno collocato in carcere a Montacuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X