facebook rss

I siti dell’Unesco nel calendario
storico dei carabinieri

RICORRENZE - Nelle nuova edizione, sono rappresentati i maggiori siti tutelati in Italia. Nell'agenda, invece, spazio ai romanzi dedicati all'Arma: da De Amicis fino a De Cataldo
venerdì 30 novembre 2018 - Ore 19:57
Print Friendly, PDF & Email

La copertina del calendario 2019

 

Presentata ieri mattina a Roma, e poi nei comandi provinciali di tutta Italia, la nuova edizione del calendario storico dei carabinieri. E’ stata pensata per la ricorrenza dei 40 anni dell’inserimento del primo sito italiano nel Patrimonio mondiale dell’Umanità e, parallelamente, dei 50 anni dalla nascita dei carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. Per il 2019, le pagine del calendario presentano una carrellata dei siti italiani tutelati dall’Unesco. In parallelo è riportato in breve il percorso evolutivo dei carabinieri negli ultimi decenni, a partire dal Comando Tutela Patrimonio Culturale avviato nel 1969, che di recente ha fornito i primi “caschi blu della cultura” all’Unesco. Accompagnano le immagini dei luoghi simbolo della Nazione le altre articolazioni dell’Arma, attraverso la rappresentazione di uniformi e di volti.  L’agenda storica 2019 è incentrata sul tema “I carabinieri nella letteratura”, con uno specifico inserto curato dal Prof. Pietro Sisto. Viene proposta una carrellata di romanzi dedicati ai carabinieri nel corso dei due secoli della loro storia, tra cui il “Cuore” di De Amicis, “Il giorno della civetta” di Sciascia e “I racconti del maresciallo” di Soldati.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X