facebook rss

Picchiata in strada e derubata dal
suo ex compagno: 48enne condannato

ANCONA - È terminato oggi il processo per un falconarese accusato di violenza privata e di rapina nei confronti dell'ex fidanzata. La pena stabilita dal giudice è di 2 anni e 10 mesi di reclusione
martedì 4 Dic 2018 - Ore 15:47
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

In un primo momento aveva costretto la sua ex fidanzata a salire con lui in auto, minacciandola con un coltello. Poi, cogliendola di sorpresa, l’aveva aggredita alla fermata del bus, sbattendola per terra per rubarle il tablet. È con la doppia accusa di violenza privata e rapina che questa mattina il giudice Carlo Masini ha condannato a due anni e dieci mesi di reclusione un 48enne falconarese. Parte civile era la sua ex compagna che proprio oggi è salita sul banco dei testimoni per raccontare gli episodi di cui è stata vittima. La violenza privata risale al primo agosto 2017, pochi giorni dopo che lei aveva deciso di interrompere la relazione con l’uomo. «Stavo tornando a casa mia, quando ho visto il mio ex − ha detto −. Mi stava aspettando e con forza mi ha preso per un braccio fino a trascinarmi nella sua auto. Ci sono rimasta per circa un’ora, mi ha anche fatto vedere un coltello, puntandomelo contro la gola. Ha rivolto la lama anche contro se stesso. Alla fine, dopo che gli ho detto che stavo male, mi ha lasciata andare e sono dovuta andare in ospedale per l’ansia». La rapina è del 26 agosto. La donna era appena uscita dal lavoro e stava aspettando il bus lungo la Flaminia. Nei pressi della pensilina si è presentato il 48enne. «Mi ha preso per i capelli − ha raccontato la vittima − e mi ha sbattuto per terra, sull’asfalto. Poi mi ha preso il tablet che avevo con me». In quel frangente, l’uomo era stato arrestato dalla polizia, chiamata dalla vittima. La difesa ha dibattuto sull’attendibilità della versione della donna e sul fatto che le registrazioni delle telecamere poste nei pressi della pensilina del bus non inquadrino il momento esatto della rapina. Per il 48enne la condanna è arrivata ugualmente.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X