facebook rss

Lardini, il cuore non basta
Monza vince in tre set

PALLAVOLO FEMMINILE A1 - Al PalaBaldinelli di Osimo la squadra di casa lotta ma non riesce a conquistare nessun set, battuta con un secco 3-0 dal Saugella Team Monza nell'undicesima giornata della Samsung Volley Cup
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Non basta il cuore, non basta una Lardini che lotta, che si guadagna due palloni per l’1-0, che ci mette intensità e spirito di sacrificio in tutta la partita. Davanti al ct della nazionale Davide Mazzanti, è Serena Ortolani (mvp con 22 punti e il 55% in attacco) a trascinare Monza verso un 3-0 che non rende affatto merito alla prestazione di Filottrano.

Senza l’apporto di Paola Cardullo, bloccata da un problema muscolare, coach Schiavo fa esordire in A1 Chiara Rumori, classe 1998. La formazione di Schiavo ci mette subito grande intensità, Di Iulio e l’ace di Pisani la spingono sul 5-3. Monza trae giovamento dal turno al servizio di Becic, che produce due ace e il sorpasso brianzolo (6-9). Filottrano moltiplica gli sforzi in difesa, Whitney e Vasilantonaki trasformano il lavoro di seconda linea nel controbreak di 4-0 che riporta avanti la Lardini (10-9). Filottrano tiene alta l’intensità in ogni fondamentale, anche al servizio con Tominaga che firma il 14-12. Ortolani e Begic tengono in linea Monza (17-16), Adams mura per il controsorpasso (17-18), ma con Di Iulio e Whitney la Lardini rimette la freccia (20-19). L’americana non sbaglia nel finale di set (23-22), la Lardini conquista il pallone dell’1-0 con il chirurgico pallonetto di Di Iulio (24-23), Ortolani e un errore in attacco ribaltano la situazione (24-25), ma Vasilantonaki (8 punti nel set con il 67%) si supera in difesa e prima in attacco e poi a muro garantisce il secondo set-point alla Lardini (26-25). Orthmann impatta a quota 26, Adams punge al servizio (26-27), Vasilantonaki annulla anche il secondo set point monzese, ma sul terzo (procurato da Ortolani) è il muro di Melandri (27-29) a far segnare lo 0-1. In avvio di secondo parziale la Lardini deve fare i conti con il turno al servizio di Orthmann (2-5), ma ci mette la consueta carica agonistica: Tominaga innesca bene Pisani, Whitney pareggia i conti (6-6) e Vasilantonaki riporta Filottrano al comando (9-8). Whitney risponde al muro di Melandri (14-13), la Saugella capovolge l’inerzia (15-18) con Ortolani (9 punti nel set con il 62%). Di Iulio e compagne ricuciono in fretta lo strappo, l’ace di Garzaro fa segnare la nuova parità a 19, ma è il turno in battuta di Hancock a fare la differenza (19-23). Ortolani chiude per il 2-0 brianzolo. L’ago della bilancia resta il servizio di Monza: Hancock ricomincia da dove aveva terminato e la Saugella ne approfitta per allungare subito (0-5) con Ortolani e Orthmann. Vasilantonaki sblocca la Lardini, che ritrova fiducia con Whitney e il muro di Garzaro (6-8) su Adams. La statunitense della Saugella si rifà al servizio (7-12), Hancock allarga le distanze (8-16) e Monza tocca anche il +10 (11-21). Ma la Lardini ha con sé una grande forza di reazione e la caparbietà per annullare sei match point (dal 15-24 al 21-24) prima del “quarto tocco” che scrive a referto lo 0-3.

LARDINI FILOTTRANO – SAUGELLA TEAM MONZA 0-3

LARDINI FILOTTRANO: Tominaga 2, Whitney 14, Garzaro 5, Pisani 5, Di Iulio 8, Vasilantonaki 16, Rumori (L); Schwan, Baggi. N.e.: Yang, Cogliandro. All. Schiavo – Rocca.

SAUGELLA TEAM MONZA: Hancock 4, Ortolani 22, Adams 10, Melandri 5, Begic 7, Orthmann 14, Arcangeli (L); Devetag, Bianchini. N.e.: Partenio, Balboni, Facchinetti, Bonvicini. All. Falasca – Parazzoli.

ARBITRI: Bartolini – Feriozzi.

PARZIALI: 27-29 (34’), 21-25 (26’), 21-25 (27’).

NOTE: prima della gara il presidente onorario della Lardini Volley Filottrano, Giovanni Morresi, ha omaggiato con un mazzo di fiori l’argento mondiale Serena Ortolani. Spettatori 1.200 circa. Lardini: battute sbagliate 5, battute vincenti 4, muri 4, ricezione positiva 39% (20% perfetta), attacco 47%. Monza: b.s. 11, b.v. 8, mu. 5, ric. pos. 55% (32%), att. 49%. MVP: Serena Ortolani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X