facebook rss

Klang Festival 2019,
l’anteprima al Loop Live Club

OSIMO - L'appuntamento è per venerdì 11 gennaio negli spazi del centro musicale di Osimo che ospita una preview del gruppo considerato una pietra miliare del rock cantato in italiano
lunedì 7 Gennaio 2019 - Ore 11:07
Print Friendly, PDF & Email

In attesa di conoscere a breve il programma completo della quarta edizione di Klang festival. Altri suoni, altri spazi, venerdì 11 gennaio il Loop Live Club di Osimo ospita una preview con I Diaframma, considerati fra i gruppi seminali del rock cantato in italiano. Tuttora in attività, dopo numerosi cambi di line-up e un temporaneo scioglimento conservano come unico componente originale Federico Fiumani, cantante, chitarrista e vero e proprio ideologo della band, da sempre perno e autore dei testi.

Klang è una rassegna musicale regionale nata con lo scopo di valorizzare esperienze musicali di qualità nazionali e internazionali che si contraddistinguono per un significativo tasso di sperimentazione e una forte autorialità, ideata e promossa dall’Amat con il Loop di Osimo in collaborazione con molti Comuni del territorio che accolgono i concerti nei loro splendidi teatri. Come per la precedente edizione, Klang festival toccherà tutte le province della Regione Marche con un calendario ricchissimo che si snoda fino a maggio.

Il primo nucleo dei Diaframma si forma in una Firenze immersa nella new wave, nello stesso contesto musicale che darà vita ad altre compagini importanti, quali Litfiba, Punkow, Moda e Neon. Per i fan del cantante toscano, Federico Fiumani è l’eterno ragazzo dal ciuffo ribelle e dall’energia inarrestabile che lo vede costantemente in tour. Una capacità creativa unica e rara nel panorama italiano, quel modo di raccontarsi e di narrare storie che appartengono a lui ma anche a chi l’ascolta sono caratteristiche da sempre del leader dei Diaframma. E mentre Siberia, l’album che si impose come pietra miliare dell’universo punk-rock italiano, spegne 34 candeline, esce oggi il ventesimo disco dei Diaframma, L’abisso, attesissimo da chi da allora non smette di seguirli e da chi nel corso degli anni è rimasto folgorato anche solo da un verso di una delle liriche poetiche di Federico Fiumani. La sua musica è stata colonna sonora di tante storie d’amore, ha raccontato in versi tormenti interiori mai pacati, inquetudini romantiche, crepuscoli dell’anima. L’abisso arriva dopo 5 anni dall’uscita del precedente Preso nel Vortice del 2013. Cinque anni in cui Federico Fiumani non è certo stato con le mani in mano, vista l’incessante attività live e l’uscita di raccolte, ristampe e live che sono andati a impreziosire una discografia che dal loro primo singolo del 1982 conta più di 50 uscite. Con L’abisso Federico torna a raccontare le sue storie con la sincerità che da sempre lo contraddistingue e a darci la sua prospettiva sui rapporti personali. «L’abisso, perché io fra un anno e mezzo ci finirò dentro, visto che compirò 60 anni – chiosa Fiumani – entrerò ufficialmente nella vecchiaia, un abisso dal quale non si esce più. E poi L’abisso è quello dove secondo me sta sprofondando l’Occidente, sempre più schiavo e al servizio della tecnologia e del potere economico». Un disco importante per le canzoni che contiene, per il sound maturo che è il marchio di fabbrica del suo alter ego musicale, quei Diaframma che sono oggi l’esperienza più longeva e continuativa della scena musicale indipendente nata in Italia negli anni ’80; un patrimonio musicale che ha ispirato una moltitudine di musicisti nostrani. Biglietto 10 euro, ridotto 8 euro disponibile la sera del concerto o acquistabile in prevendita all’interno del circuito online Amat (www.amatmarche.net). Inizio concerto ore 22.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X