facebook rss

Un caso di scabbia alle “De Amicis”,
i genitori vanno a prendere i figli
prima della fine delle lezioni

ANCONA - La tardiva comunicazione da parte della scuola alle famiglie ha suscitato la rabbia di mamme e papà. Col passare delle ore i toni si sono smorzarti. Scattata la segnalazione all'Asur, per il momento le lezioni proseguiranno regolarmente
Print Friendly, PDF & Email

 

Un caso di scabbia alle elementari “De Amicis” di Ancona, allertata l’Asur, ma per il momento le lezioni proseguiranno regolarmente. La notizia è iniziata a circolare tra i genitori nelle prime ore del pomeriggio, senza che ci fosse stata una comunicazione ufficiale da parte della direzione dell’Istituto comprensivo. In un primo momento il silenzio della scuola ha fatto accendere i toni tra le famiglie, alcune della quali hanno deciso di andare a prendere i figli prima del termine regolare delle lezioni. Con il passare delle ore è poi arrivata la comunicazione da parte delle maestre della classe interessata, che avevano appreso del presentarsi della malattia in uno degli alunni dal certificato del pediatra consegnato dai genitori dello studente alla scuola. Da lì la segnalazione a tutti i genitori della classe ed all’Asur (già avvisata dalla famiglia dell’alunno contagiato). Placati gli animi, è giunta comunque la comunicazione che, almeno per il momento non è stata disposta la sospensione delle lezioni per eventuali interventi da parte dell’ufficio di igiene, che valuterà comunque il caso.

Resta l’apprensione tra i genitori della classe, nonostante si siano abbassati i toni, perché la malattia ha un incubazione dalle 3 alle 6 settimane, quindi potenzialmente potrebbero già essere stati infettati altri bambini. Il contagio come ricordato in altri casi simili dagli uffici sanitari competenti, avviene in genere per contatto diretto cutaneo con persone ammalate, o tramite l’uso comune di biancheria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X